Domenica si torna in campo, anzi no. Dalla Promozione alla Seconda Categoria sospesa la 1^ giornata di campionato. La Coppa Italia d'Eccellenza si gioca regolarmente


C'era grande attesa per l'uscita dei calendari dei campionati dilettantistici dall'Eccellenza alla Seconda Categoria, ma purtroppo domenica prossima non si giocherà. Il Consiglio Direttivo della Figc Veneto ha infatti deciso di sospendere la prima giornata dalla Promozione alla Seconda Categoria, lasciando tuttavia inalterato il calendario relativo alla Coppa Italia d'Eccellenza: qui domenica prossima si giocherà regolarmente.

Il motivo della sospensione è la presa conoscenza del nuovo DPCM che tra l'altro sarà oggetto di valutazione della LND e aver constatato l'evolversi della situazione sanitaria con casi di positività nelle squadre dilettantistiche. 

Nel comunicato odierno della Figc Veneto, giungono alcune segnalazioni preoccupanti in merito alle indicazioni per la ripresa delle attività del calcio dilettantistico e giovanile contenute nel Protocollo del 10 agosto. 

In tal senso si ritiene quindi opportuno ribadire la massima attenzione nell’applicazione di tutte le procedure del Protocollo stesso. In particolare, si ricorda che anche la figura dell’arbitro ha diritto alla massima attenzione da parte di tutto il “gruppo squadra”.

Qui di seguito pertanto si riassumono alcune norme elementari da mantenere nei confronti del direttore di gara:

presenza del DAP (dirigente per l’attuazione del protocollo) che deve ricevere l’autocertificazione e il certificato medico dell’arbitro

con l’esclusione dei partecipanti alla gara tutti gli altri devono indossare sempre la mascherina e mantenere la distanza prevista

nessuno può entrare all’interno dello spogliatoio dell’arbitro

anche le distinte di gara dovranno essere poste all’esterno dello spogliatoio

nessuno si deve stringere la mano, né prima né al termine della gara

l’appello andrà effettuato all’esterno e non nello spogliatoio

in caso di proteste e/o richieste di delucidazioni bisogna mantenere sempre la distanza di sicurezza