Due Righe su :Olimpica-Albaredo 1-1


 

Alla fine il pareggio accontenta entrambe le squadre ma da quel che si è visto in campo, l’Olimpica non riesce a concretizzare la grande mole di gioco creata (serve una prima punta?) mentre l’Albaredo è da rivedere a centrocampo dove ha sofferto oltremisura (Ambrosi ancora lontano dal suo standard, ma non solo). Parte bene l’Olimpica ma alla prima incursione passa in vantaggio l’Albaredo. Cross dalla sinistra di Nicola Martini e, dal limite dell’area, Alessio Bertoldo classe ’91 preso dal Marola campionato vicentino di Promozione, con un tiro incrociato a mezz’altezza insacca la palla e porta in vantaggio la squadra del presidente Cristian Rigon, indimenticato centrocampista di Cologna Veneta, Bonavigo e Minerbe.

Olimpica-Albaredo, l'ingresso in campo delle squadreOlimpica-Albaredo, l'ingresso in campo delle squadreI giallorossi olimpici non demordono e continuano nei loro fraseggi a centrocampo, ma quando si tratta di concludere a rete, ahimè la porta bisogna vederla. Al 12’ Giuliani si presenta in area ma l’uscita di Tadiello gli impedisce il tiro; la palla gli rimane tra i piedi ed allora la passa a Karim Twil che da buona posizione calcia malamente alto. Al 17’ Twil si disimpegna egregiamente al limite dell’area poi serve una palla filtrante al bacio per capitan Giuliani che invece del tocco sotto preferisce il tiro dritto per dritto, esaltando le doti di Tadiello che salva il risultato. Al 22’ il solito Twil guadagna un calcio di punizione dal limite che Bassoni spreca calciando alto sopra la traversa.Alessio Bertoldo (Albaredo)Alessio Bertoldo (Albaredo)

La gara prosegue con il solito copione; l’Olimpica crea senza pungere e l’Albaredo si difende con qualche affanno di troppo. Nel secondo tempo il pallino del gioco è ancora in mano ai ragazzi di Bozzini ma stavolta Giuliani e compagni sembrano più determinati. Al 5’ un tiro cross di Lizzari è deviato in angolo da Tadiello. Al 12’ Boakou offre un buon pallone a Twil il cui tiro è murato da Franceschetti. Al 24’ si rivede l’Albaredo; Matei imbecca sulla corsa Rogano. L’ex Oppeano entra in area e calcia trovando l’opposizione di Sganzerla. Al 33’ Twil si prepara bene il tiro dal limite ma poi calcia debolmente a lato. Passano due minuti e l’Olimpica pareggia i conti. Mattia Spezia da poco entrato, dalla sinistra fa partire un traversone sul quale si avventa in bella coordinazione Alessandro Giuliani; il suo tiro incrociato al volo, s’insacca alla sinistra di Tadiello.Alessandro Giuliani (Olimpica)Alessandro Giuliani (Olimpica)

Il pareggio subito scuote in qualche modo l’Albaredo che sposta in avanti il raggio d’azione. Al 39’ si registra una bella incursione di Nicolae Matei che entra in area e calcia, trovando l’opposizione di Carlo Sganzerla. Poco dopo ancora il centravanti albaretano in evidenza. Palla al piede entra in area e crossa morbido per la testa di Enrico Zanchi. L’ex Montebello riesce ad impattare la palla ma alza la mira. L’arbitro concede quattro minuti di recupero ma il risultato non cambia.

Olimpica Dossobuono-Albaredo calcio 1-1

Olimpica: Sganzerla. Lizzari (37’st El Himer), Boscarini (10’st Faccioli), Caldana, Milanese, Pigatto (22’st Spezia), Giuliani, Cigno, Boakou, Bassoni, Twil. All. Giuseppe Bozzini.

Albaredo: Tadiello, Nicoletti, Franceschetti, Pasin, Piccoli (25’st Battaglia), Martini, Bertoldo, Zanchi, Matei, Ambrosi (20’st Rodella), Rogano. All. Fiorenzo Bognin.

Arbitro: Giacomo Carraro di Padova.

Reti: 4’pt Bertoldo (A), 35’st Giuliani (O).