E' successo nei dilettanti dopo le gare di domenica 03 Marzo


SERIE D

Va in archivio un altro turno dal color grigio per le formazioni veronesi di Serie D e quello che preoccupa è che mancano sempre meno giornate alla fine del campionato. Un'altro pareggio per il Villafranca che ancora una volta, l'ennesima di questa stagione, getta alle ortiche l'occasione per staccarsi dalla zona calda della classifica. Nella sfida contro la Caronnese, il team di Alberto Facci va per primo in vantaggio grazie a Porcelli, ma alla fine la compagine varesina trova il gol del pareggio ed esce così indenne dal campo di Villafranca tra l'amarezza immaginiamo del proprio pubblico. Beffardo ko per l'Ambrosiana, che esce battuta dalla trasferta contro il Seregno: i valpolicellesi accarezzano a lungo il sogno di uscire imbattuti in terra bergamasca, ma proprio alla fine arriva il gol della beffa. Niente da fare nemmeno per il Legnago Salus, che cade nella tana del Mantova: i biancazzurri di Andrea Pagan sotto di due reti alla fine del primo tempo, riaprono la gara con Cocuzza ad inizio ripresa ma non basta e alla fine subiscono anche la terza rete da parte dei virgiliani che continuano così a tenere il passo del Como, vittorioso contro il Pontisola. Tra gli altri risultati, finisce senza reti Caravaggio-Scanzorosciate mentre il Ciserano perde a Sondrio. Domenica prossima ci sarà la sosta e arriva giusto a puntino per le nostre formazioni veronesi che dovranno dare poi il massimo per centrare il traguardo della salvezza. Alla ripresa del campionato sarà subito derby Ambrosiana-Villafranca mentre il Legnago Salus affronterà n casa il Rezzato.

ECCELLENZA

Continua a parlare veronese la testa della classifica anche dopo la decima giornata. E' un'altra domenica festosa per l'accoppiata Vigasio-Caldiero Terme che non conoscono ostacoli e continuano la loro corsa verso la Serie D: per entrambe arrivano le vittorie in trasferta contro le padovane Borgoricco e Pozzonovo. Delle altre veronesi, brilla il solo Garda con i lacustri di Paolo Corghi che fanno la voce grossa in trasferta contro il Football Val Brenta. Illudono Valgatara e Sona Calcio che negli incontri contro Abano e Calidonense vanno per prime in vantaggio, ma al triplice fischio finale dell'arbitro si devono accontentare di un punto. Nelle sfide tutte veronesi non arrivano vincitori: finiscono in parità con un gol per parte sia San Martino Speme-Team Santa Lucia Golosine che San Giovanni Lupatoto-Belfiorese.  

PROMOZIONE

Alla fine non è vittoria, tuttavia per l''Alba Borgo Roma è un pareggio che ha il sapore della vittoria. I giallo-rossi spaventano la capolista Castelbaldo Masi che barcolla ma non crolla e porta via un punto che vuol dire ormai Eccellenza quasi sicura. La Seraticense non approfitta del mezzo passo falso della compagine di Alex Montagnani e compagni: pareggia il derby tutto vicentino contro il Chiampo ed è agganciata dall'Albaronco che vince in trasferta contro il Castelnuovo Sandrà. Lontano dalla mura amiche vince l'Aurora Cavalponica che espugna il campo del Cadidavid al termine di una gara incredibile dove in vantaggio di due gol si fa rimontare dalla formazione di Armando Corazzoli prima di segnare il gol vittoria  e tre punti arrivano anche dalla Polisportiva Virtus di Alberto Baù che s'impone contro il Badia Polesine. Prima vittoria del girone di ritorno per il Cologna Veneta che batte l'Oppeano e mister Salvatore Di Paola e i suoi ragazzi possono tornare ad alzare le mani al cielo e gridare: era ora! Tre punti fondamentali in chiave salvezza li ottiene il Povegliano che cala il tris contro il Nogara mentre il Sitland Rivereel vince e inguaia il Calcio Mozzecane che precipita al terzultimo posto in classifica.

PRIMA CATEGORIA

Nel girone A è ormai solo questione di matematica per il Pescantina Settimo che vince ed è vicinissimo al traguardo della seconda promozione consecutiva: ad arrendersi è il Parona, ora relegato al ruolo di fanalino di coda. Dietro la compagine di Gianni Canovo, tiene botta al secondo posto il Concordia che supera di misura il Peschiera. Nella zona play off, brilla solo il San Zeno che batte in trasferta il Real Grezzanalugo; il Calmasino impone il pareggio all'Olimpica Dossobuono e arriva un brodino anche per il Quaderni nella tana del Real Lugagnano. Domenica da dimenticare in fretta per il Calcio Lugagnano che crolla nella trasferta contro il Croz Zai affamato di punti salvezza. Non delude il proprio pubblico la Montebaldina Consolini che supera di misura l'Arbizzano mentre il Valpolicella porta via un buon punto da Pedemonte e Gianluca Marastoni può finalmente tirare un sospiro di sollievo dopo tre sconfitte consecutive. Nel girone B, delle quattro squadre di vertice, delude il solo Atletico Città di Cerea che pareggia contro un Tregnago che conferma di attraversare un buon momento. Il Montorio batte lo Zevio e conserva il comando; la Pro Sanbonifacio cala il poker contro il Bovolone e il Casaleone rifila una sonora cinquina al Valdalpone Roncà. Altra goleada per l'Isola Rizza: dopo le sette reti a Provese e Zevio, ecco servita la cinquina al Sanguinetto Venera. Pozzo e Valtramigna Cazzano danno vita ad un duello senza esclusioni di colpi: ne esce vincitore la formazione di bomber Cristian Turozzi e compagni; il Boys Buttapedra vince facile contro la Provese mentre il San Giovanni Ilarione coglie un punto insperato contro l'Audace dopo essere stato sotto di due gol.

SECONDA CATEGORIA

In Seconda Categoria, nel girone A il campionato si riapre, complice il pareggio del San Peretto contro il Pastrengo e un'altra giornata da incorniciare per il Malcesine che vince contro il Valdadige e ora è a soli meno due punti dalla vetta: chi l'avrebbe detto? Nella zona play off tre punti pesanti arrivano dal Lazise, che centra il colpaccio contro la Juventina Valpantena. Nel girone B, il Caselle torna alla vittoria e sconfigge il Colognola ai Colli; tiene il passo l'Olimpia Ponte Crencano che rifila cinque reti al Rosegaferro mentre l'Alpo Club 98 termina la lunga serie positiva e subisce un pesante poker dall'Illasi. Nel girone C, non arrivano vittorie per le formazioni veronesi: il Giovane Santo Stefano pareggia nella tana del Castelgomberto e perde il primato tuttavia ha sempre da recuperare la gara contro l'Altavalle del Chiampo per riprendersi la vetta; un punto lo conquista il Real Monteforte contro il Montecchio San Pietro mentre perdono Borgo Soave Calcio, Sambonifacese e Locara. Nel girone D, la Scaligera pareggia contro il Castel d'Azzano e l'Albaredocalcio, vittorioso contro la Nuova Cometa Santa Maria, riduce lo svantaggio dalla capolista a tre punti. In coda, la Polisportiva Amatori Bonferraro batte il Cà degli Oppi e riaccende la lotta in chiave salvezza mentre il Boys Gazzo vince il derby della "caldaia" contro il Sustinenza. 

TERZA CATEGORIA

In Terza Categoria, nel girone A si fa davvero entusiasmante la lotta per salire in Seconda con cinque squadre nel fazzoletto di due punti. Il Verona International resiste in testa alla classifica nonostante la sconfitta contro l'Ausonia Calcio; il Borgo Trento batte il Saval Maddalena e aggancia al secondo posto il Pieve San Floriano che non va oltre il pareggio contro il Rivoli e poi c'è il Lessinia che rifila tre reti al San Marco. Nel girone B elettrizzante pareggio per il Villa Bartolomea, 2-2 contro il Gazzolo, tuttavia la formazione di mister Passafiume conserva il comando perché pareggia anche il Pizzoletta, 0-0 contro il Dorial. Nel girone A di Vicenza, festeggia il ritorno in Seconda Categoria il Bo.Ca Junior: la formazione di Bonaldo di Zimella guidata da Giuseppe Sartori supera l'ostacolo Tresche Conca e la certezza della promozione ora è diventata matematica. Il Vestenanova pareggia e comunque resta agganciata al treno dei play off. Nel girone C di Padova, niente da fare per il Castagnaro, battuto in casa dal Deserto.