Faraoni e Verre fermati dal palo


Silvestri 7– Nulla può sul missile di Duricic. Miracoloso su Boga e due volte su Berardi.  Rrahmani 6,5 – Controlla la sua zona anche se le incursioni di Boga lo mettono in difficoltà. Fa valere il fisico in più di un’occasione. Kubulla 6,5- Il giallo dopo pochi minuti non lo condiziona anzi disputa una buona prova. (Stepinski s.v.- Prova della disperazione di Juric a pochi minuti dal novantesimo ma non tocca mai palla.). Gunter 5- Ammonizione a inizio gara lo condiziona ma soprattutto soffre terribilmente Berardi. (Dawidowicz 6- Non teme le incursioni di Berardi anzi lo mette a tacere.) Faraoni (foto) 7- Bravo e sfortunato. Ha la prima occasione dopo cinque minuti ma Consigli gli nega la gioia del goal nella ripresa, sempre dopo pochi minuti, è il palo a strozzargli in gola l’urlo. Amrabat 6- Mezzo punto in meno per l’errore che poteva portare al pareggio dopo un grande contropiede di Verre. Solita grinta ma gli mancava il direttore d’orchestra a fianco.  Pessina 5,5- L’errore sul traversone di Salcedo è troppo grave per raggiungere la sufficienza che avrebbe, forse, meritato avendo sostituito dignitosamente Veloso. Lazovic 6- Sulla sua fascia aveva grandi possibilità ne ha sfruttate pochissime, conferma l'impressione che, una volta entrato in area, chiuda gli occhi. Verre 7- Cresce molto nella ripresa è l’artefice del grande contropiede che Amrabat non sfrutta e del palo clamoroso subito dopo la rete ospite. (Salcedo 6,5- Entra subito in partita, prima segnalandosi per un gran recupero di oltre quaranta metri, quindi conquistando due angoli consecutivi e, infine servendo, un’autentica palla goal a Pessina che, sciaguratamente, fallisce.   Zaccagni 6- La media fra il cinque del primo tempo e il sette della ripresa.  Non bravo a battere gli angoli. Non è ancora il vero Zaccagni. Di Carmine 6- Grande impegno ma, sotto porta non è il cecchino infallibile che conoscevamo nella serie cadetta. Si segnala più nel primo tempo che nella ripresa.