Giaccherini e Stepinski illudono il ChievoVerona


Sorrentino 7 – Il suo dovere lo fa sempre purtroppo i suoi difensori, troppo spesso, sono distratti e lo abbandonano.   Bani 6- Difende con ordine, salva un goal a porta vuota.  Rossettini 5- Si guadagna mezzo punto in più per il tentativo in finale di arrivare al successo. Sanguinosa la distrazione nel dimenticarsi Caputo sul rinvio del portiere. Barba 5- Soffre molto le incursioni dalla fascia destra anche perché poco protetto da Jaroszynski.  Kiyine 5- Non entra mai in partita.  Di Carlo gli cambia posizione ma non è giornata. (Dioussé 6- Debutto positivo dell’ex empolese. Dimostra di avere personalità). Rigoni 5,5- Tocca moltissimi palloni però con scarsa precisione. Il ruolo dell’ex Radovnovic non è facile da ricoprire. Hetemay 5- L’impegno e l’aiuto ai compagni sono come sempre encomiabili, sanguinosissimo l’errore che spalanca la via al pareggio di Caputo. Jaroszynski 5- Soffre in continuazione le accelerazioni di Di Lorenzo e non aiuta a sufficienza Barba. Esce per problemi fisici. (Frey s.v.- Bentornato Nicolas. Dopo oltre un anno di oblio Di Carlo si è ricordato del vecchio guerriero e lo ha voluto ributtare nella mischia. Potrà essere utile.) Giaccherini 7,5- Sta diventando l’anima del Chievo. Prima del goal, bella prodezza balistica, è stato l’unico a far venire i brividi ai toscani.  Ultimo ad arrendersi. Pellissier 6- Solo mezzora per il capitano che poi deve arrendersi all’usura dei muscoli. Comunque serve una palla d’ora al Giack. (Djordjevic 5- Spreca un’altra opportunità per farsi valere.) Stepinski 7- Ha il merito di segnare, da vero opportunista d’area, la rete del raddoppio e, con questa, sono sei in campionato. Sfortunato nel finale.