Gianni Bui torna a Verona


È stata inaugurata, presso la sede dell’ASD Ex Calciatori Hellas Verona Onlus, cancello 5 dello Stadio Bentegodi, alla presenza di Francesca Briani, Assessore alla Cultura del Comune di Verona e di Sergio Chicco Guidotti, Presidente dell’Onlus scaligera,  la mostra pittorica di Gianni Bui. Gianni Bui, l’indimenticato bomber scaligero di fine anni ’60 e uno dei primi indiscussi idoli della tifoseria gialloblù, torna quindi a Verona nella nuova veste. L’attaccante, che trascinò l’Hellas in serie A nel campionato 67/68 e fu uno dei grandi protagonisti, l’anno successivo nella massima serie, risultando il vice cannoniere con 15 reti, alle spalle di Gigi rombo di tuono Riva, nei tre campionati nei quali ha vestito la maglia dell’Hellas ha segnato oltre 30 reti, ha, alla fine della carriera che lo ha visto protagonista anche con il Torino e il Milan, intrapreso la strada della pittura.  Lo stesso Bui ha raccontato che tutto iniziò, proprio nel periodo nel quale giocava a Verona quando, mentre i compagni, nei momenti liberi giocavano a carte, lui si dilettava a fare disegni utilizzando i colori a pastello. Questa sua passione era supportata dal barone Nils Liedholm, grande appassionato d’arte, poi, pur da semplice autodidatta, ha iniziato con i colori prima a olio poi a tempera. Un po' come tutti i pittori i suoi quadri attraversano vari periodi, dai paesaggi, ai ritratti, all’astratto con colori caldi e coinvolgenti. La mostra resterà aperta da lunedì 18 a venerdì 22 dalle 15 alle 19,30.