Gli ex Di Carlo e Rigoni sbancano il Bentegodi


Il Vicenza degli ex Di Carlo e Luca Rigoni sbancano il Bentegodi e conquistano il derby. Aglietti recupera Gigliotti e lo preferisce a Vaisanen, al centro della difesa, confermando i dieci undicesimi dei giocatori che avevano iniziato la gara con il Pordenone. Parte subito forte il Chievo con Margiotta che con un gran tiro costringe il portiere Grandi alla deviazione in angolo. Passano pochi minuti e i lanieri sono in vantaggio. Giacomelli s’invola sulla sinistra poi, all’altezza dell’area, traversa per Lanzafame che dimenticato sia da Rigione sia da Gigliotti di testa fulmina Semper. Poco prima della mezzora azione clivense con Ciciretti che traversa per Margiotta che tira a lato ma, forse, c’era un fallo non fischiato. Subito dopo clamoroso errore di Ciciretti che lascia la palla a Giacomelli che parte sempre sulla fascia sinistra. Il capitano berico appoggia, all’interno dell’area, dove arriva a rimorchio l’ex Luca Rigoni che di punta batte a fil di palo il portiere. Al quarantesimo Margiotta cerca la conclusione da lunga distanza ma mette alto. Nel minuto di recupero è Palmiero che cerca il tiro dalla distanza ma anche lui non ha la mira giusta. Alla ripresa del gioco Aglietti manda in campo Canotto, Djordjevic e Di Gaudio per Ciciretti, De Luca e Margiotta. Subito punizione per i clivensi. Batte Palmiero e, con un intervento miracoloso, Grandi riesce ad allontanare. Poco dopo il venticinquesimo azione velocissima di Canotto sul cui traversone Djordjevic non riesce nella deviazione davanti alla porta. Aglietti tenta il tutto per tutto fuori Mogos e Obi per Bertagnoli e Giaccherini . Alla mezzora traversone di Di Gaudio, spizzata di Djoerdjevic e Canotto, al volo, colpisce l’esterno della rete. Poco prima del novantesimo affondo di Di Gaudio che è messo giù proprio sulla linea dell’area e Doveri non ha esitazione a decretare il penalty che Giaccherini trasforma con tranquillità. Negli ultimi minuti con l’assalto alla disperata dei clivensi ci sono le ammonizioni di Di Gaudio e di Rigione. Poi il triplice fischio che sanziona la sconfitta casalinga nel derby e la soddisfazione dell’ex Mimmo Di Carlo e dell’ex capitano Luca Rigoni. La classifica vede allontanarsi il predestinato Monza, secondo con 47 punti, mentre i clivensi fermi a 42 sono stabili al sesto posto in piena zona play off. Sabato prossimo difficile trasferta a Lecce contro i salentini dell’altro ex Genio Corini.