Gli internazionali di tennis ATP sono partiti all’AT Verona


Hanno preso il via, con le gare del tabellone di qualificazione, presso l’A.T. Verona, gli Internazionali di Tennis ATP organizzati da VK Event con il Patrocinio del Comune di Verona. Dopo trentuno anni il grande tennis ritorna a Verona, città che è da sempre al vertice del movimento tennistico Veneto. Era il 1990 quando, allo Sporting Mondadori dell’indimenticato Presidente Cesare De Monte, si disputò un Challenger da 50mila dollari del circuito ATP. In quell’occasione Corrado Aprili, uno dei moschettieri scaligeri della nidiata del 1964, fece sognare il pubblico scaligero arrivando alle semifinali dove trovo disco rosso contro l’allora sconosciuto olandese Richard Krajicec che, sei anni dopo, alzò al cielo il più importante trofeo dello Slam quello di Wimbledon. Adesso grazie alla passione, all’entusiasmo e, ad un pizzico di follia, di Carlo Piccoli e del tennista croato, ma ormai veronese d’adozione, Viktor Galovic e alla disponibilità dell’A.T. Verona, nella persona del presidente Alfonso Sonato, i veronesi potranno vedere dal vivo il grande tennis quello che fino ad oggi hanno potuto ammirare solo in Tv. Il tabellone da 32 giocatori vede come testa di serie n° 1 lo spagnolo Carlos Taberner, attualmente n°106 del ranking mondiale, n° 2 è il kazako Dmitry Popko, n°181, n°3 Paolo Lorenzi, il primo degli italiani, n°189 dopo essere stato n°33, quindi troviamo al n°4 il danese Holger Vitus Nodskov Rune n°181 recente vincitore del Challenger 80 di Biella. Nel main drow ci sono anche gli italiani Matteo Viola (264), Riccardo Bonadio (274), Andrea Arnaboldi (289), oltre a Lorenzo Giustino. Gli organizzatori hanno dato una wild card alla speranza azzurra Giulio Zeppieri, diciannovenne attualmente 302, e al veronese d’adozione Marco Bortolotti (578). Nel tabellone di qualificazione beneficiano della wild card Nicolò Pozzani (foto) (2.3), veronese del C.T. Scaligero e allievo di Francesco Borgo, e l’estroso trevigiano Marco Speronello (2.1). Nelle qualificazioni anche Stefano Napolitano che da qualche tempo si allena proprio all’A.T. Verona con Damian Di Noto. Martedì prenderanno il via anche le gare di doppio che vedono favorita la coppia inglese Lloyd Glasspol e Jonny O’Mara seguita, al n°2, dalla coppia venezuelano/italiano Luis David Martinez e Andrea Vavassori.