ART Breaking NEWS

Grande doppietta di Faraoni


 Silvestri 7– Nulla da fare sulle due reti. Straordinario il colpo di reni per disinnescare il tentativo di autorete di Lee. Superbo sia su Bisoli sia su Tonali. Bianchetti 5,5- E’ lui che si perde Torregrossa in occasione del vantaggio delle rondinelle. Un po’ in difficoltà quando è attaccato uno contro uno, meglio quando deve spingere. Perfetto l’assist che mette Lee davanti al portiere. Dawidowicz 6,5-Lo spauracchio Donnarumma non lo turba mai. Mette la museruola al capocannoniere e domina incontrastato l’area di rigore. Empereur 6,5- In occasione del primo goal finisce incredibilmente a terra ma, per l’ineffabile arbitro, tutto regolare. Come si sente la mancanza del Var in queste occasioni. Poi lotta con la scimitarra contro Torregrossa. Commette una leggerezza, poco prima della mezzora della ripresa, ma s’immola beccando un giallo che risulta però molto ben speso. Balkovec 7- Forse la miglior gara da quando è in gialloblù. Primo tempo sontuoso. Attacca e mette in mezzo palloni molto invitanti. Si fa valere anche in fase difensiva. Faraoni 8 –La potenza con cui insacca il primo goal e la prontezza con cui conclude la seconda marcatura lo innalzano agli altari. E’ diventato il jolly di questa formazione. Nato terzino adesso fa il mediano ma con licenza di segnare da bomber vero. Gustafson 6- Come spesso gli succede alterna buone giocate a errori marchiani, compresa la punizione pericolosa che regala sul finire della gara.  Zaccagni  7,5- L’assist con cui manda in rete Faraoni merita da solo il prezzo del biglietto. Gioca con foga ma anche con precisione trascinando i compagni. Esce esausto. (Danzi 6-Sbaglia il primo intervento e accusa il colpo, bravo a riprendersi e a mettersi al servizio della squadra.) Lee 7-Mezzo punto in meno per l’errore, sul servizio di Bianchetti, davanti al portiere. Nel primo tempo fa impazzire l’intera difesa delle rondinelle. Peccato non sia freddo e lucido al momento di concludere, comunque questa squadra non può fare a meno del piccolo coreano. Pazzini 6- Primo tempo di grande sofferenza perché non riceve mai palloni giocabili ed è costretto a lottare da solo contro gli arcigni difensori. Con l’entrata di Di Carmine le cose cambiano e sfiora il goal dopo una bella azione con Lee. (Laribi s.v- Pochi minuti nella speranza di una magia che non arriva.)Di Gaudio 5- Continua il momento no dell’ex Carpi. Clamorosi i due errori, in pochi minuti, che lo vedono sfortunato protagonista. Più brillante nelle prime uscite. (Di Carmine 6- Con la sua presenza ne guadagna subito Pazzini. Due attaccanti così mettono in apprensione ogni difesa. Da segnalare una lunga corsa frenata con una certa rudezza, ma nel limite del consentito, da un difensore.)