ART Breaking NEWS

Gustafson prima gioia gialloblù


 

 

 

Silvestri 6,5– Esce in modo spericolato ed è punito dopo soli quattro minuti da un goal tanto bello quanto casuale di Mora. Poi sempre attento e nel finale risponde presente alle incursioni degli avanti liguri.  Bianchetti 7- Diventato un baluardo della difesa ovunque Grosso lo metta. Gioca sulla fascia e, nel primo tempo, diventa l’attaccante in più della squadra. Da autorevolezza anche nei riguardi dell’arbitro. Dawidowicz 7- Aveva un cliente ostico ma gli ha messo la museruola. Nel finale decide di usare la clava invece del fioretto e allontana come si faceva una volta.  Marrone 6- Il polacco gli da sicurezza ma lui gioca sempre a ritmi bassi, nel primo tempo Galabinov lo brucia in velocità ma Silvestri ci mette una pezza. Vitale 6,5- Quando spinge salta con facilità l’uomo ma dimostra anche molta attenzione in fase difensiva. Perfetta una sua diagonale difensiva nel caotico finale. Faraoni 5,5 – Portato a centrocampo fatica a trovare la giusta posizione nonostante i continui richiami del mister. (Colombatto 6- Venti minuti per rallentare il ritmo e incanalare le ripartenze in modo più ordinato.) Gustafson 7,5- Sbaglia i primi due palloni giocati poi, improvvisamente, modifica il suo modo di giocare non più passaggi orizzontali ma verticalizzazioni e, da una di queste, nasce il goal di Zaccagni. Nella ripresa si mette in proprio e segna la rete del successo che poi è la sua prima in maglia gialloblù. Zaccagni 7- Subito dopo il goal, preso dal nervosismo, commette un fallo che gli costa il giallo bravo a resettare tutto e a giocare un’altra partita. Diventa uomo a tutto campo, segna il goal del pareggio, come aveva fatto all’andata, serve un assist che Di Gaudio non sfrutta a inizio ripresa. Lee 5- Dove è finito il bel giocatore del girone d’andata? Completamente anonima la sua prova. Di Carmine 5,5- Sfortunato nel trovarsi sulla traiettoria della rasoiata di Bianchetti, destinata alla rete, poi sempre in ritardo sui servizi dei compagni.  nonostante il buon impegno. (Laribi s.v. – Dieci minuti per cercare di congelare il gioco ma tocca non più di due palloni.)  Di Gaudio 5,5- Nel giudizio pesa troppo l’errore, a inizio ripresa, con la porta spalancata. Comunque per oltre un’ora mette in continua apprensione la difesa spezzina. (Tupta 5,5- L’impegno è sempre notevole tanto che si becca un giallo dopo soli due minuti, però da sempre l’impressione che gli manchi l’ultimo tocco.) (Foto Grigolini- Fotoexpres)