I difensori riportano al successo il ChievoVerona contro la Virtus Entella


Il ChievoVerona ritrova il successo battendo, al Bentegodi, la Virtus Entella. Marcolini, che non può disporre di Giaccherini, ritorna alla difesa a quattro con Dickermann e Brivio, sugli esterni, Vaisanen e Cesar, centrali. Obi, in regia, con Segre ed Esposito, ai lati,  Vignato alle spalle del duo Meggiorini Rodriguez. Pronti via i clivensi sono già in vantaggio. Vignato pesca sulla corsa Rodriguez che scaglia una gran tiro, sul quale risponde, deviando in corner, con un ottimo intervento il portiere ligure. Batte l’angolo Esposito, a centro area, si ostacolano a vicenda Cesar e un difensore, la palla arriva a Vaisanen che, da due passi, insacca. Prima rete italiana del giocatore finnico. L’Entella cerca di reagire mentre il Chievo aspetta per ripartire in contropiede. Poco dopo il decimo, errore in disimpegno di Brivio che favorisce il gran tiro di Poli che passa vicinissimo al secondo palo. Si susseguono gli errori in uscita dei clivensi e, al quarto d’ora, anche l’esperto Obi sbaglia dando l’avvio a una pericolosa azione che si esaurisce con un tiro che colpisce, casualmente, Cesar. Poco prima della mezzora strepitosa azione di Meggiorini. Avvia l’azione Vignato che appoggia a Meggiorini uno due con Rodriguez che gli restituisce una palla deliziosa, il Meggio supera in velocità due avversari quindi, dentro l’area, calcia un po’ sbilanciato e il pallone sfiora il palo con il portiere immobile. Al quarantesimo arriva il raddoppio. L’azione parte da Segre che lancia Dichermann, appoggio a Obi che gira per Meggiorini che, al limite dell’area, è atterrato. L’arbitro, nonostante le proteste, lascia proseguire, sulla palla piomba Dickermann che si accentra e con un sinistro chirurgico batte il portiere. Si va al riposo sul doppio vantaggio, anche se il gioco non è particolarmente brillante né da una parte né dall’altra. La ripresa vede subito una bella azione dei padroni di casa con Vignato che apre per il libero Meggiorini che però perde il tempo permettendo alla difesa di recuperare. Al settimo Marcolini richiama Rodriguez per Ceter. Al decimo l’Entella accorcia le distanze. C’è un’azione del Chievo con Meggiorini che finisce a terra, appena fuori l’area di rigore, l’arbitro, molto vicino, fa cenno di continuare e parte il contropiede ligure. La palla arriva a Giuseppe De Luca che si accentra e, con un gran tiro, fulmina Semper. Meggiorini protesta vivacemente ed è ammonito. Al ventesimo il baby Vignato da spettacolo riscuotendo applausi a scena aperta. C’è un lungo rilancio della difesa, il ragazzo effettua un grande stop quindi parte, saltando, con una ruleta, un paio di avversari quindi lancia Meggiorini che si fa anticipare da un difensore. Al venticinquesimo esce Esposito per Garritano. L’ex cesenate comincia a dialogare di fino con Vignato ma non sempre le loro intenzioni sono capite dai compagni. Il gioco è prevalentemente nelle mani dei liguri che però non riescono ad affondare anche per l’ottima guardia della difesa. Al quarantesimo esce Segre per Pina Nunes. L’ultimo brivido, proprio al quarantacinquesimo, quando Mancosu scaglia un tiro sporco che Semper, ben piazzato, para con qualche difficoltà. I quattro minuti di recupero passano senza problemi e i Marcolini’s boys possono festeggiare il ritorno alla vittoria che porta la squadra della diga, con ventuno punti, al terzo posto in classifica, con Crotone e Cittadella, a un punto dal Pordenone, terribile matricola del campionato. Domenica trasferta a Trapani che, pur ultima in classifica, è reduce dal successo sul campo del Livorno.