I favoriti non trovano ostacoli al primo turno degli Internazionali ATP di Verona


Entrano nel vivo gli Internazionali ATP, in pieno svolgimento, all’ AT Verona. Dopo Paolo Lorenzi (3) che si è sbarazzato con un doppio 6-3 del portoghese Oliveira anche il primo favorito, lo spagnolo Taberner, ha avuto ragione del giovane olandese De Jong anche se, nel secondo set, ha dovuto ricorre al tie break. Nella parte bassa del tabellone tutto facile per il kazako Popko che la lasciato solo 4 games al brasiliano Luz. È uscito di scena Lorenzo Giustino (7) estromesso, nel derby italico, da Riccardo Bonadio dopo tre combattuti set. Degli italiani note positive da Francesco Forte che, dopo aver superato le qualificazioni, ha battuto lo statunitense Scott (WC) e dalla speranza azzurra Giulio Zeppieri (WC) (foto) che, in rimonta, ha avuto ragione dell’ucraino Sachko. Purtroppo disco rosso per Andrea Arnaboldi con il portoghese Elias, per Matteo Viola con il qualificato bosniaco Fatic, per Marco Bortolotti (WC), il tesserato per il TC Peschiera che si allena all’AT Verona con Damian Di Noto, superato con un duplice 6-3 dal forte russo Kotov e per Filippo Baldi fermato dal croato Serdarusic. Gli incontri di domani, mercoledì 18, inizieranno, su tutti i tre campi alle ore 11 e vedranno protagoniste le coppie di doppio. Sul centrale il duo americano King/Schnur affronterà la coppia italo venezuelana Vavassori/Martinez (2), a seguire tornerà il campo Paolo Lorenzi (3) contro il croato Serdarusic, giustiziere di Filippo Baldi. Il secondo incontro, della sessione pomeridiana, vedrà, sempre sul campo centrale, Tabarner (1) contro il russo Kotov che ha estromesso Bortolotti. Sul 5 dopo il doppio svizzero portoghese Margaroli/Oliveira (4) contro la coppia spagnolo olandese Hernandez/Vervoort scenderà in campo l’italiano Forti (Q) contro il portoghese Elias (8). Nel primo incontro pomeridiano, non prima delle 15, l’azzurro Zeppieri (WC) affronterà il kazako Popko (2). Nella sessione serale, non prima delle 21, sul centrale Riccardo Bonadio se la vedrà con il qualificato bosniaco Fatic.