I primi commenti del Calcio Dilettante dalla SERIE D alla PRIMA CATEGORIA dopo gare 30 Novembre


SERIE D

 SORRIDE SOLO IL VILLAFRANCA

Il Villafranca è l’unica formazione veronese che può sorridere nell’ultima domenica di novembre in Serie D. I castellani di mister Soave cancellano la brutta prestazione di Sondrio e piegano con quattro reti il fanalino di coda Atletico Montichiari, con quest’ultima che si conferma squadra materasso del girone B: le reti portano la firma di Avanzi, Tessaro e Vita, quest’ultimo autore di una fantastica doppietta. La Virtus Vecomp conferma il periodo no e anche nella tana della Pro Sesto non arrivano punti per i ragazzi di Gigi Fresco: 2-0 il risultato finale  per la squadra lombarda di Sesto San Giovanni. Nel girone C il Legnago Salus cade in casa contro la Clodiense, con la compagine veneziana che conferma il buon momento: Valente prova a riaprire la gara per i biancazzurri di mister Rossi, ma non basta e nel prossimo turno ci sarà la sfida con la compagine del Biancoscudati Padova, che hanno incassato il primo stop stagionale contro la Sacilese.

ECCELLENZA

CEREA RITROVA VITTORIA, AMBROSIANA SORPRENDE ADRIESE

Dopo due giornate storte, caratterizzate dal pareggio casalingo contro il Montecchio e la sconfitta di Campodarsego, il Cerea ritrova la vittoria e al Pelaloca batte 2-1 il Pozzonovo, che permette pure ai granata di Roberto Maschi di riprendersi il secondo posto della classifica, con l’Adriese che crolla contro l’Ambrosiana. Un rigore di De Freitas sembra spianare la gara a favore del Cerea, la compagine padovana raddrizza la gara, ci pensa Ambrosi a segnare la rete della vittoria. Secondo successo di fila per l’Ambrosiana, che dopo i tre punti conquistati a San Bonifacio domenica scorsa, si prende il lusso di battere pure la corazzata Adriese: Moscatelli e Gottoli fanno felice mister Chiecchi, mentre i rodigini incassano la seconda sconfitta di fila con squadre veronesi, dopo che due settimane fa ha dovuto alzare bandiera bianca contro l’Oppeano. Nel derby tutto veronese, il Team Santa Lucia Golosine affonda la Sambonifacese: ben cinque le reti dei ragazzi di Alberto Facci ai rosso-blu di mister Bognin  e tra i marcatori in evidenza Alessio Soave, autore di una tripletta. Prima vittoria per il Vigasio targato Marco Puma Montagnoli: contro la Piovese decide una rete di Zorzi. Il Calcio Sarcedo impone il pareggio all’Oppeano, ma alla fine il punto non è da buttare via per i bianco-rossi del presidente Leonida Zorzan, che conservano il sesto posto in classifica. Nell’anticipo del sabato, il Campodarsego detta la legge del più forte sul campo del Bardolino di Giuseppe Brentegani: in evidenza Volpato, che segna un’altra doppietta. Domenica prossima il Campodarsego affronterà in casa l’Ambrosiana, con entrambe in settimana impegnate nel ritorno di Coppa Italia, mentre per il Cerea ci sarà la sfida tutta veronese nella tana del Vigasio.     

PROMOZIONE

IL CALDIERO TERME E’ CAMPIONE D’INVERNO

SONA M. MAZZA CENTRA LA SESTA VITTORIA CONSECUTIVA

Nella tredicesima giornata di campionato in Promozione, non si ferma la corsa del Caldiero Terme di Roberto Piuzzi che supera in rimonta il Concordia e centra così la quarta vittoria consecutiva: tre punti che permettono ai termali di assicurarsi pure il titolo platonico di campioni d’inverno, visto gli otto punti di vantaggio sulla seconda in classifica, ossia il Valgatara. Otoo illude la squadra del direttore generale Saverio Barini, ma la gioia del Concordia dura poco e ci pensano Fracasso e Speri a capovolgere il risultato. Ultima domenica di novembre amara per il Valgatara, che cede 1-2 sul campo della Polisportiva Virtus: Lipizer apre le danze per i rossoblù di Michele Cherobin, pareggia Lallo, la rete che vale i tre punti porta la firma di bomber Vesentini. Al Sona M. Mazza basta la rete di Donatoni per spegnere l’Alba Borgo Roma e mister Colantoni si gode la sesta vittoria consecutiva dei suoi ragazzi che non perdono dalla settima giornata, 1-3 sul campo del Garda e si portano al terzo posto solitario in classifica. Il San Martino Speme cala il poker contro la Provese e aggancia al quarto posto Alba Borgo Roma e Zevio: Pieropan illude i rossoneri di mister Fattori, che poi soccombono alle reti di Marcolini, De Rossi, Tarullo e Corazza. Oltre al Caldiero Terme, segnaliamo altre quattro vittorie esterne: Danieli e un rigore di Corbo fanno volare il Lugagnano contro la Belfiorese; basta una rete di Corvaglia e il Castelnuovo Sandrà piega il Garda interrompendo il filotto nero caratterizzato da tre sconfitte di fila; il Cadidavid sorprende l’Aurora Cavalponica con le reti di Miglioranzi e Menini; colpo di coda della Montebaldina Consolini, che s’impone 4-3 nella tana dello Zevio e finalmente può sorridere Daniele Gianelli: per i suoi in evidenza Tomè, autore di una doppietta e Allegrini, mentre mastica amaro la presidentessa Emanuela Cantù dove non bastano le reti di Federico Girardi, Argenteri e Bozzola.

PRIMA CATEGORIA GIRONE A

OLIMPICA DOSSOBUONO E SAN ZENO GIOCANO A POKER

Nell’ultima domenica di novembre, nemmeno al Pedemonte riesce l’impresa di fermare la corsa della capolista Olimpica Dossobuono, già da molti addetti ai lavori definita la squadra che gioca il miglior calcio in questo girone A di Prima Categoria. I giallo-rossi di mister Bozzini sbagliano un rigore con Fiorentini, ma poi dilagano e vincono 4-0: le reti portano la firma di Fusina, Papa Kwesi Kassum e Campostrini, quest’ultimo autore di una doppietta. Dietro l’Olimpica Dossobuono, tiene il passo il San Zeno che ne rifila altrettante al San Giovanni Lupatoto: per i granata del presidente Casale segna una fantastica tripletta Bertoletti, mentre l’altra rete porta la firma di Martignoni ed è così cancellato lo stop di domenica scorsa a Povegliano. Nei quartieri alti della classifica non si nasconde l’Audace di mister Chieppe che batte in rimonta il Calcio Bussolengo e sale al terzo posto: dopo la rete del solito Donisi, rispondono Ghelli e Erbesato; subito dietro sorride pure il Gabetti Valeggio di mister Righetti, che batte il Povegliano con le reti di Baccoli e Barone, e aggancia il Pastrengo 2006 di Paolo Brentegani, che esce indenne dal campo del Croz Zai con Bonato che risponde al vantaggio iniziale di Talamioli. Vittorie fondamentali per Pozzo e Raldon, ad una settimana dal derby che si giocherà domenica prossima: i ragazzi di mister Ronconi battono 4-3 l’Avesa, con quest’ultima che ora resta ultima da sola in fondo alla classifica e dove le reti di d’Aleo arrivano troppo tardi; i nero-verdi di mister Marchi battono 2-0 il Castel d’Azzano con una doppietta di Girardi e ritrovano quei tre punti dopo un lungo digiuno, che durava addirittura dalla sesta giornata. Seconda vittoria stagionale per l’Arbizzano, che recita la voce grossa sul campo del Valpolicella: Tomba e Manzato fanno sorridere il presidente Gasparato, mentre mastica amaro Michele Purgato, che incassa la quinta sconfitta stagionale.   

PRIMA CATEGORIA GIRONE B

UNION GREZZANA CADE A CHIAMPO

Dopo tanti risultati utili, cade l’Union Grezzana, che perde di misura sul campo del Chiampo: la squadra vicentina vince 1-0, ad ogni modo la seconda sconfitta stagionale è indolore per i ragazzi di Andrea Matteoni che conservano la testa della classifica. Nelle prime posizioni, non deludono Nogara e Albaronco: i bianco-rossi di mister Bertelli superano 2-1 il Bevilacqua con le reti di Chiaramonte e Vecchiato, la rete della bandiera dei castellani porta la firma di Bissoli su rigore; quarta vittoria di fila per i ragazzi di Gianni Canovo: basta Mercarati per piegare la resistenza del SanguinettoVenera. Successo di misura per l’Isola Rizza di mister Di Paola, che con una rete di Cerchier batte il Calcio Tezze; tre punti pesanti per il Football Club Roncà di Mirko Dalle Ave, che batte in trasferta la Scaligera 2003 con il sigillo di Lorenzi e abbandona l’ultimo posto della classifica. Il Real Monteforte accarezza a lungo la vittoria contro il Casaleone, ma viene raggiunto in extremis e così contro i leoni della bassa la gara termina 1-1 con i ragazzi di mister Fedrigo che restano ora ultimi da soli in fondo alla classifica. L’Illasi strappa un punto dal campo del Real San Zeno, 1-1 per Scolari e compagni in terra vicentina, mentre è un’altra giornata amara per il Montorio, che esce senza punti dal campo di Lonigo.