Il derby è del Lanerossi Vicenza: Virtus Verona/Lanerossi Vicenza 1-2


Il cielo si tinge di bianco-rosso sopra il Gavagnin Nocini con la Virtus Verona che alza bandiera bianca e cede 1-2 contro il Lanerossi Vicenza.

Una sconfitta dal sapore amaro per i rossoblù di Gigi Fresco, che si presentavano all'appuntamento del derby con il morale alto dopo le due vittorie ottenute contro Triestina e Imolese.

La partenza per la Virtus Verona sembra in salita: dopo 23' è espulso per doppia ammonizione Danieli; passano tre minuti e il Lanerossi Vicenza passa in vantaggio con Zonta che infila Sibi. I ragazzi di Gigi Fresco, nonostante l'inferiorità numerica, raddrizzano subito la gara e al 30' Odogwu trova pronto alla deviazione vincente Magrassi. Il primo tempo non regala altre emozioni e le squadre vanno al riposo sul risultato di parità.

Nella ripresa, Magrassi viene atterrato in area dopo cinque minuti ma l'arbitro sorvola tra le proteste dei veronesi. Al 17' il Lanerossi Vicenza raddoppia: Marotta conclude da fuori area un destro potente e Giacomel, subentrato a Sibi, è battuto. 

L'arbitro espelle il vicentino Cinelli e così viene ristabilita la parità numerica: la Virtus Verona ci crede e si spinge con costanza nella metà campo bianco-rossa alla ricerca del pareggio che meriterebbe. L'occasione d'oro arriva nel finale con Danti su punizione ma ci pensa il portiere Grandi con un prodigioso intervento a dire di no e a salvare il risultato. 

Alla fine esulta il Lanerossi Vicenza di Mimmo Di Carlo e ora per la Virtus Verona ci sarà domenica prossima la delicata trasferta contro il Rimini, la squadra rivale nello scontro play out della scorsa stagione. 

Nelle altre gare, il Padova si conferma leader battendo in trasferta la Fermana e ora allunga a più quattro nei confronti di Lanerossi Vicenza e Reggio Audace, bloccata sul pareggio dall'Arzignano Val Chiampo. Il dopo Pavanel sembra aver rigenerato la Triestina che contro la Vis Pesaro centra la seconda vittoria consecutiva.

 

 

 nella foto Mimmo Danti