Il giudice sportivo ha deciso. Real San Massimo 2000-Cadore perdono entrambe a tavolino.


Sono arrivate le decisioni del giudice sportivo in merito alla sospensione della partita del Trofeo Veneto di Seconda Categoria Real San Massimo 2000-Cadore.

Secondo il referto arbitrale, al 38' del secondo tempo, l'Arbitro aveva espulso SEGALLA MATTEO (soc. Cadore) - per aver offeso il giocatore avversario con frase discriminatoria e il giocatore DONKOR NIABA JEAN EMMA (soc. Real San Masssimo) - per aver reagito all'offesa spingendo l'avversario con entrambi le mani sul petto e colpendolo con un calcio sulla gamba senza procurargli danni fisici. Questo secondo nel rientrare negli spogliatoi si era aggrappato alla rete di recinzione, rivolgendo ad una persona tra il pubblico frasi irriguardose, provocando la reazione di tutti gli altri giocatori presenti in campo, anche quelli in panchina, che creavano assembramento insultandosi reciprocamente. 

Invitati i capitani delle due squadre a ripristinare l'ordine in campo tra i rispettivi compagni, e attesi 6 minuti senza ottenere alcun risultato, l'Arbitro aveva decretato la fine anticipata della gara.

Il giudice sportivo ha sanzionato entrambe le società con la punizione sportiva della gara reciprocamente con il risultato 0 - 3 e non solo. Ha inflitto al Giocatore SEGALLA MATTEO (soc. Cadore) a seguito dell'espulsione dal campo l'inibizione fino al 05.12.2021 e al Giocatore DONKOR NIABA JEAN EMMA (soc. Real S.Massimo 2000, a seguito dell'espulsione e dell'aggravio della sanzione prevista, l'inibizione fino al 05.12.2021.