Il professor Veloso insegna calcio alla Sardegna Arena


Silvestri 6,5– Prontissimo in più di un’occasione, forse sorpreso dal movimento di Joao Pedro non interviene.  Rrahamani 7 – Imbattibile in difesa si dimostra sempre molto pericoloso anche quando si spinge in avanti sulle palle inattive, serve un assist sul quale  Zaccagni  non arriva. Dawidowicz 6- Prestazione sufficente sia in difesa sia quando va nell’altra area, forse un’esitazione fatale nella marcatura di Joao Pedro in occasione della rete di Castro. Gunter 6,5- Svolge il suo compito senza particolari incertezze. Faraoni 7- Prontissimo a sfruttare la scivolata di Pisacane. Sulla fascia sale e scende in continuazione non precisissimo nell’ultimo passaggio. Amrabat 7- Non ripete la straordinaria prestazione contro l’Udinese comunque è diventato punto insostituibile a centrocampo. Veloso (foto) 7,5- Il professore ha fatto anche oggi lezione. Il suo sinistro baciato dagli dei disegna geometrie e parabole celestiali. Pisacane gli nega la gioia della rete alla fine del primo tempo. Il destro un po’ meno celestiale del sinistro.  Lazovic 5- L’impressione della sua difficoltà quando deve tirare in porta si conferma in Sardegna. Butta al vento alcune importanti occasioni. Bene quando va sul fondo e traversa. Verre 6- Ha una grossa chance su servizio da Lazovic ma Olsen fa il miracolo.  (Salcedo 6,5- Grande debutto del diciasettenne -diciotto anni solo il prossimo martedì- italo colombiano, prima sfiora la rete cercando il palo lungo con palla che esce di pochissimo poi serve un bellissimo assist che, prima, manca Zaccagni, e poi sbaglia Lazovic.) Zaccagni 5,5- Accusa qualche battuta a vuoto. Sbaglia un paio di occasioni che normalmente non fallisce. (Pessina s.v- Un quarto d’ora senza sussulti.) Stepinski 6- Guadagna la sufficienza solo per la determinazione che mette nella contesa. Non si arrende mai ma, da lui, si aspettano le reti non la lotta. (Pazzini s.v- Un paio di minuti per congelare il gioco e non far correre rischi alla squadra. Missione compiuta.)