Il San Giovanni Lupatoto perde Marco Burato e Andrea Baraldo


"Squadra che vince non si cambia" è una delle frasi celebri di Vujadin Boskov, ma non è il caso del San Giovanni Lupatoto che continua a perdere pezzi per il prossimo campionato di Promozione.

Via Luca Scarabello e Alessandro Poli, si aggiungono altre due partenze sicure: quella dell'allenatore Marco Burato e del portiere Andrea Baraldo. Già la settimana scorsa la situazione tra il club bianco-rosso e il tecnico tra le altre di Albaredo e Cologna Veneta era traballante: ora è definitiva e le strade si dividono ufficialmente. 

 La società ha già individuato in Lucio Manganotti l'allenatore che guiderà il San Giovanni Lupatoto: per lui, una vita nel Cadidavid, il ritorno in panchina dopo la parentesi di due anni fa nel Gabetti Valeggio al posto di Luca Righetti. 

Un compleanno amaro per Marco Burato, che tramite il social network Facebook esprime il suo pensiero: "Vengo a sapere da alcuni amici che il San Giovanni Lupatoto non mi ha confermato per l'anno prossimo. Ringrazio i dirigenti per l'amaro e inaspettato regalo di compleanno. Forza ex lupi".

Il portiere Andrea Baraldo è in cerca di una nuova sistemazione e spera che arrivi presto una chiamata da qualche società. Le ultime stagioni per lui sono state caratterizzate da successi ovunque è stato. Quest'anno Baraldo ha vinto difendendo i pali del San Giovanni Lupatoto, in passato con la maglia dell'Albaronco è salito dalla Seconda alla Prima Categoria e con il Raldon ha centrato la promozione dalla prima alla Promozione e nei due anni di permanenza con i nero-verdi ha segnato pure una rete. 

Nel curriculum di Andrea Baraldo ci sono anche anche Oppeano e Belfiorese, in quest'ultima ha militato due stagioni con la squadra che militava in Eccellenza.