Jacopo Segre ci mette lo zampino nella vittoria del ChievoVerona sul Perugia


Semper 6,5- Ritorna dopo tre turni e bene si comporta. Nella ripresa si salva aiutato anche dal palo. Sembra più sereno. Frey 6,5- Nel primo tempo, dai suoi piedi partono gli inviti più interessanti. Mai in difficoltà sulle iniziative degli avanti umbri. Leverbe 6,5- Dopo sette gare riparte dal primo minuto. Gioca con autorità. Cesar 6- Il vecchio pirata non vuole dare confidenza a nessuno e perciò, talvolta, eccede nelle entrate un po’ troppo ruvide. Cotali 6- Nonostante un’ammonizione, dopo una ventina di minuti, gioca con tranquillità.  Nel primo tempo spinge con una certa continuità. Segre 7(foto) - Quando innesta il turbo spacca letteralmente la partita. Alla mezzora della ripresa, al termine di uno slalom di tombiana memoria, decide di fare tutto da solo quando poteva servire il libero Meggiorini. Al termine della gara s’inventa un cross che, dopo aver accarezzato la traversa, stava per insaccarsi senza il colpo di reni del portiere. In pieno recupero scarica il fendente che porta al rigore. Obi 6,5- Nel primo tempo coordina con attenzione tutte le iniziative clivensi, nella ripresa serve un assist favoloso a Giaccherini che sciupa. Giaccherini 6- Sufficienza di pura stima. Nel primo tempo va a intermittenza sembra non trovare la posizione. Meglio nella ripresa ma l’errore davanti al portiere non è da lui. (Esposito 6- Dieci minuti per battere angoli e punizioni. Il piede è sempre molto educato.) Vignato 6- Parte bene poi rallenta e non trova il giusto dialogo con Giaccherini. Esce dopo un brutto fallo subito. Sembra si tratti di una violenta contusione alla caviglia. (Garritano 6,5- Subito ammonito si riscatta prima superando il portiere con un delizioso pallonetto che stava per insaccarsi senza l’intervento vanificatore di Ceter. Poi, in pieno recupero, serve la palla a Segre per il tiro che porta al rigore.) Meggiorini 6- Solito lottatore. Di testa sono tutte sue purtroppo i compagni poche volte sfruttano le sue spizzate. Bravo prima a tener palla sulla bandierina, per guadagnare tempo, poi a servire Garritano per l’assist a Segre quindi a trasformare, con un po’ di batticuore, il rigore che ha messo la gara in freezer. Djordjevic 5- Ha subito l’occasione per segnare ma scarica, dal disco del rigore, il tiro addosso al portiere. La cosa lo condiziona tanto da non trovare più la misura nel gioco. Nella ripresa colpisce al volo una spizzata di Meggiorini ma manda alto. (Ceter 7- Croce e delizia dei clivensi. Prima, su azione d’angolo, interviene di testa più da difensore che da attaccante allontanando il pallone poi, vanifica il bel gesto di Garritano, che aveva superato il portiere, volendo toccare il pallone, che stava già entrando in porta, ma era in evidente fuorigioco. Interviene invece da rapace d’area sulla miracolosa respinta del portiere sul cross beffardo di Segre. Prima rete in serie B e prima rete con il Chievo.)