Jannik Sinner trionfa nell’ATP 500 di Washington


Continua il momento d’oro dello sport italiano che trionfa, con il diciannovenne Jannik Sinner, compirà vent’anni la prossima settimana, nel prestigioso torneo ATP 500 di Washington. Dopo il successo di Berrettini al Queen’s è il secondo italiano a vincere un ATP 500 in stagione e il primo italiano a trionfare a Washington. L’allievo di Piatti, accreditato della 5° testa di serie, è arrivato alla finale superando, sempre in due set, prima il finlandese Ruusuvuori, quindi gli americani Korda, Johnson e Brooksby, dimostrando grande tenuta atletica e anche una buona forza mentale. Questo sua buonissima stato di forma l’ha evidenziato in semifinale contro Brooksby quando si è trovato, nel primo set, sullo 5-6 e 0-40, ma Jannik, aiutato anche da un ottimo servizio,  ha annullato le tre palle set per poi vincere in scioltezza il tie break e involandosi nel secondo set concluso con un perentorio 6-1. In finale  ha trovato l’agguerrito americano Mc Donald, giocatore di bassa statura, agilissimo e molto mobile, una figura che ricorda il mitico Michael Chang, che, in semifinale, si era sbarazzato del giapponese Nishikori. Primo set molto combattuto che Jannik fa suo alla dodicesima palla set per 7-5. Nel secondo set però, dopo aver strappato il servizio al californiano, si fa subito controbrekkare e il set va al giocatore a stelle e strisce per 4-6. Il terzo set vede i due giocatori arrivare sul 5-5, a questo punto l’italiano accelera e con un ace, il nono del match, si apre la strada al successo, che chiude con un micidiale passante che pone fine, dopo 2h 52’ 44, a un bellissimo match che porta l’altoatesino al numero 15 al mondo suo best ranking.