La grave incertezza di Silvestri condanna l’Hellas


Silvestri 5- L’incertezza che porta alla sconfitta è troppo grave perché disorienta anche i propri compagni. Nel primo tempo si attarda troppo per rinviare e si fa scippare il pallone da Caicedo, fortunatamente, c’è fallo di mano. Dawidowicz 6- Si perde Milincovic nell’ultima azione ma l’incertezza di Silvestri lo condiziona. Per il resto buona prova. Magnani 5,5- Fatale il mancato intervento sul cross di Radu ma anche lui è condizionato dall’esco o non esco di Silvestri. Per il resto combatte e mette la museruola a Caicedo. Dimarco 6- Nel primo tempo spinge alla grande. E, sulla catena di sinistra, mette in difficoltà i laziali. Cala nella ripresa. (Ceccherini s.v- Un quarto d’ora di ordinaria amministrazione.) Faraoni 6- In fase di attacco è sempre molto presente bene anche in contenimento. Sturaro 6- A sorpresa per lo stanco Taméze. Lotta e combatte con veemenza, senza badare troppo al sottile. Veloso 6 -Per oltre un’ora dirige da par suo la squadra, quando comincia a calare è sostituito. (Ilić 6- Una ventina di minuti per tornare ad aumentare i ritmi della squadra.) Lazovic 6,5 (foto)- Nel primo tempo dialoga bene sia con Zaccagni sia con Dimarco che, poco dopo la mezzora, lo lancia per l’azione più pericolosa degli scaligeri infatti il suo tiro cross attraversa tutto lo specchio della porta senza che nessuno riesca ad intervenire.  Barák 6- Nel primo tempo è ovunque, sfruttando anche la sua forza fisica, cala vistosamente nella ripresa. (Salcedo s.v- Un paio di scatti ma nulla di più.) Zaccagni 6,5- Nel primo tempo la catena di sinistra è eccellente e i laziali soffrono. Nella ripresa trova maggiori difficoltà. (Bessa 6,5- Entra subito in partita ed è autore di un recupero prodigioso e del susseguente contropiede purtroppo non finalizzato dai compagni.) Lasagna 6 – Poche palle giocabili. Nella ripresa può far valere il suo scatto ma, una volta arrivato primo sul pallone, è recuperato e finisce a terra per un intervento al limite di un difensore. (Kalinic s.v- Bentornato Kalle. Dimostra di aver un gioco diametralmente opposto a quello di Lasagna, uno va in profondità, l’altro fa salire la squadra. Se sta bene sarà utilissimo.)