ART Breaking NEWS

La rete di Di Gaudio torna a far sognare l'Hellas Verona


Silvestri 6,5– Una sola parata importante nel primo tempo poi gestisce con calma la sua area e non corre altri pericoli. Faraoni 7 – Molto attento nell’impedire qualsiasi iniziativa veneziana ma sempre pronto a spingersi in avanti. Serve l’assist a Di Gaudio per il goal successo. Scambia bene con Lee sulla corsia di destra. Bianchetti 7- Impeccabile a centro area dove non fa passare nemmeno uno spillo. Pericolo sui calci d’angolo dove, per due volte colpisce non trovando il bersaglio poi è affondato e si procura il rigore.  Empereur 6,5- Gioca con molta sicurezza ed esce bene anche balla al piede, mezzo punto in meno per la sospetta trattenuta su Bocalon.  Balkovec 6,5- Si riscatta da prestazioni molto mediocri. Nel primo tempo duetta con validità con Di Gaudio e mette in mezzo molti palloni non sempre precisi ma molto pericolosi.  Henderson 6,5- Torna titolare dopo molte giornate e lo fa con autorità. Nella prima frazione di gioco tenta anche la conclusione anche se è sempre contrato all'ultimo.   Gustafson 6,5- Si piazza davanti alla difesa e dirige il traffico. Fa valere la sua prestanza fisica e non sembra mai in affanno.  Laribi 6,5- Mezzo punto in meno per l’ammonizione abbastanza ingenua. Opera in una posizione più consona alle sue caratteristiche anche se, talvolta, svariando sulla fascia, sfodera traversoni molto interessanti. (Colombatto s.v- Un quarto d’ora per portare forze fresche e un pizzico di maggior classe.) Lee 5,5- I due errori, nel secondo tempo, dopo la traversa colpita, nel primo, sono troppo gravi per arrivare alla sufficienza. Comunque al Bentegodi risulta più pericoloso che in trasferta.  Pazzini 5,5- Tre gare in una settimana sono troppe per il Capitano che da segni di logoramento compreso l’errore dagli undici metri, il secondo dopo quello di Padova. (Tupta s.v.- In dieci minuti si prende un’ammonizione ed è protagonista di un pericoloso contropiede vanificato da un mezzo miracolo del portiere.) Di Gaudio 7- In un sol colpo trova la prima rete gialloblù e porta tre punti alla squadr che torna a sognare. Nel primo tempo ha fatto vedere i sorci verdi ai difensori lagunari. Dialoga con abilità sia con Balkovec sia con Henderson. Cala sul finale.(Traoré s.v- Seconda presenza del millennial che infiamma il Bentegodi con una cavalcata imperiosa, sulla fascia, con traversone non agganciato da Gustafson.)