La Traviata di Giuseppe Verdi, ultima produzione firmata dal grande Franco Zeffirelli


Oggi alle 21 è in scena La Traviata di Giuseppe Verdi, ultima produzione firmata dal grande Franco Zeffirelli per regia e scene, con i costumi di Maurizio Millenotti. La seconda recita conferma il cast della première seguita in diretta TV da due milioni di spettatori: Kurzak, Petrov e Nucci sono diretti da Daniel Oren, con Giuseppe Picone coreografo ed étoile del Ballo. Per la prima volta lo scorso venerdì si è alzato il sipario, letteralmente, sul 97° Opera Festival e due milioni di telespettatori hanno potuto seguire in diretta l’estremo sogno di Franco Zeffirelli, da poco scomparso: La Traviata di Verdi, da lui tanto conosciuta e amata, sin dall’esordio con Maria Callas nel 1958, finalmente all’Arena di Verona. Un allestimento imponente e dettagliato, teatrale e cinematografico insieme, realizzato e portato in scena dalle maestranze tecniche ed artistiche di Fondazione Arena con cura, affetto e rispetto per il compianto Maestro fiorentino. L’ultimo sogno di Franco Zeffirelli ha preso gradualmente vita grazie ai preziosi e storici collaboratori, come il pluripremiato Maurizio Millenotti per i costumi, l’areniano Paolo Mazzon per le luci e Giuseppe Picone per le coreografie, di cui è eccezionalmente protagonista con la prima ballerina Petra Conti e con il Ballo dell’Arena di Verona coordinato da Gaetano Petrosino. Per il trucco della nuova Traviata, il team creativo si avvale dell’importante collaborazione di Michele Magnani, Global Senior Artist di MAC Cosmetics, che ha disegnato il make-up dei personaggi principali. Sul palcoscenico si conferma il cast dell’inaugurazione del Festival: protagonista come Violetta Valéry è l’acclamato soprano polacco Aleksandra Kurzak, al fianco del tenore Pavel Petrov, fra i più recenti vincitori del concorso lirico Operalia. Giorgio Germont, padre di questo giovane Alfredo è eccezionalmente il glorioso Leo Nucci. Comprimari di lusso sono impegnati in tutti i ruoli, come la Flora di Alessandra Volpe, il Gastone di Carlo Bosi, il Barone Douphol di Gianfranco Montresor, l’Annina di Daniela Mazzucato, il fido Giuseppe di Max René Cosotti. Completano il cast Daniel Giulianini come Marchese d’Obigny, Romano Dal Zovo come Dottor Grenvil, Stefano Rinaldi Miliani nel doppio ruolo di Domestico e Commissionario. Daniel Oren, Direttore Musicale del Festival 2019, guida l’Orchestra dell’Arena di Verona e il Coro istruito da Vito Lombardi. Repliche: 11, 19, 25 luglio, ore 21.00 - 1, 8, 17, 22, 30 agosto, ore 20.45 – 5 settembre, ore 20.45. Informazioni e biglietti: www.arena.it e sui canali social Facebook, Twitter, Instagram e YouTube.