Lazovic e Dimarco fanno sognare ma, alla fine, festeggia De Zerbi.


Silvestri 6- Nulla può sulle reti, prima della terza, ostacola Caputo che riesce solo a mandare verso centro area. Magnani 6- Lotta con gagliardia contro i suoi ex compagni.  (Bessa 6- Un valore aggiunto in avanti.) Günter 6- Buona prestazione del regista basso. Non va mai in affanno. (Dawidowicz 6- S’immola su Berardi, purtroppo dal corner nasce la terza rete.) Ceccherini 6- Ha il compito gravoso di mettere la museruola a Berardi. È un duello rusticano. Molte volte è chiamato in avanti e non è la sua zona del campo preferita. Faraoni 6- Mezzo punto in meno per l’incertezza che al quarto d’ora del primo tempo gli è costata la possibilità del pareggio. Si riscatta servendo un assist preciso a Lazovic. Ammonito non rientra nella ripresa. (Dimarco 7- Conferma giornata dopo giornata di avere un sinistro molto, molto educato. Segna la quarta rete in campionato.) Taméze 6- Corre all’inverosimile ma non sempre con precisione. (Sturaro 6- Mette in campo sostanza e grinta.) Veloso 5,5 -Non particolarmente brillante il professore. Passo un po' troppo lento e fuori dai ritmi partita.  Lazovic 7 (foto) -Segna la rete del pareggio e serve a Dimarco l’assist per il secondo goal. Sta avvicinandosi al campione della scorsa stagione. Barák 6- Non fortunato. Prima colpisce di testa, su traversone di Lazovic, e Consigli fa il miracolo poi scavalca il portiere con un delizioso pallonetto e Ferrari salva in spaccata sulla linea. Quindi rinvia e colpisce Ferrari che fa l’assist per il successo. Zaccagni 5,5- Meno brillante del solito anche se fa alcune giocate di qualità. Forse accusa un po' di stanchezza. ( Salcedo s.v- Pochi minuti per portare vivacità ma non sempre è servito dai compagni.) Lasagna 5,5 – La sua velocità è ormai proverbiale ma, talvolta scatta prima del tempo e finisce spesso in fuorigioco. Comunque è sempre un pericolo anche se non vede molto la porta.