Lazovic illude, Silvestri tradisce


Silvestri 4- Dopo un primo tempo da spettatore nella ripresa evita il raddoppio di Janko, sul primo goal nessuna colpa, ma sul secondo rimane inspiegabilmente in porta e sul terzo sbaglia completamente l’uscita. Dawidowicz 6,5 (foto)- Gladiatore per l’intera gara, ultimo ad arrendersi, in pieno recupero prima Audero compie un miracolo su di lui quindi è il palo a negargli la gioia del goal. Ammonito in occasione del fallo che porta alla segnatura. Günter 6- Primo tempo senza problemi, soffre con la velocità di Keita ma non commette errori. ( Lovato s.v.- Un quarto d’ora senza particolari problemi.)  Dimarco 6,5- Più di aiuto agli avanti che in difesa. Batte tutti gli angoli ma, lascia la punizione a Lazovic, che trova il vantaggio. Con Candreva i problemi aumentano. Faraoni 6- Nel primo tempo è più spesso nell’area avversaria che nella propria, non particolarmente preciso in fase di conclusione, nel finale è ammonito. Sturaro 6-Come sempre lotta con grande determinazione, intervento molto robusto, seppur corretto, in area ad evitare un possibile goal. (Taméze 5- Commette il fallo che porta al rigore ma non è coperto da Silvestri che avrebbe dovuto essere molto più avanti e pronto all’uscita.) Barák 5,5- A sorpresa abbassato sulla linea di centrocampo, perde molte delle sue qualità. (Favilli s.v- Un quarto d’ora per l’assalto finale ma ha poche palle giocabili.)  Lazovic 7 – Segna la rete del vantaggio, sua terza marcatura stagionale, con un destro che toglie le ragnatele dall’incrocio dei pali. Primo tempo incontenibile, cala nella ripresa come tutta la squadra.  Salcedo 5,5- Juric lo butta in campo dal primo minuto ma rare volte riesce a evidenziare le sue caratteristiche. Discreto quando copre meno bene quando spinge in avanti. Servito da Lasagna perde l’attimo per la deviazione vincente. (Colley s.v- Dieci minuti per il tutto per tutto.)  Zaccagni 6- Nel primo tempo, come sempre, dialoga alla grande con Lazovic e Dimarco, cala paurosamente nella ripresa. (Bessa 6- Meglio altre volte.) Lasagna 5,5 – Come sempre vince tutti gli scatti in velocità, nel primo tempo ha una buona opportunità ma, invece di cercare il tiro, appoggia Salcedo.