Legnago Salus e Virtus Verona, giornata da dimenticare


 

Questo mercoledì è scesa in campo la Serie C con il secondo turno infrasettimanale di questo girone d'andata e si è disputata la sesta giornata.

Avversarie di tutto rispetto attendevano Legnago Salus e Virtus Verona che cercavano conferme e soprattutto centrare un altro risultato positivo, ma alla fine il verdetto è amaro con entrambe che incassano il primo ko stagionale. 

Contro il più quotato Perugia che fino all'anno scorso militava in Serie B, nulla può il Legnago Salus che perde 0-2. Al Sandrini, i biancazzurri di mister Bagatti sfiorano il vantaggio dopo 12' con Rolfini che tutto solo non inquadra la porta da ottima posizione. La legge del calcio non perdona: gol sbagliato e i grifoni passano in vantaggio dopo tre minuti con Melchiorri e con questo risultato si chiude il primo tempo.

Nella ripresa, il Legnago Salus sposta il baricentro della propria azione in avanti alla ricerca del pareggio, mentre il Perugia agisce di rimessa e da una ripartenza, al 31' arriva il raddoppio con Bianchimano.

La Virtus Verona esce battuta dalla trasferta contro il Ravenna che alla fine s'impone per 2-0.

I rossoblù di Gigi Fresco potrebbero segnare al 7' ma Marcandella sciupa in modo clamoroso e proprio nel miglior momento arriva la doccia fredda: è il 26' e Caidi segna di testa, ma Giacomel non è esente da colpe. Al 38' il Ravenna raddoppia e a segnare è Mokulu con un tiro dai 25 metri e con questo risultato le squadre vanno all'intervallo.

Nella ripresa, la Virtus Verona prova a riaprire la partita ma le conclusioni di Danti e di Cazzola non impensieriscono più di tanto la difesa romagnola. Il Ravenna potrebbe addirittura triplicare con Mokulu ma la sua conclusione a giro termina fuori.

Nelle altre gare, tris per il Sudtirol che batte il Carpi e si porta da solo al comando della classifica; manite per Padova e Mantova che battono rispettivamente Arezzo e Matelica mentre la Triestina s'impone di misura sul campo della Vis Pesaro.

Nel prossimo turno, nuova trasferta per la Virtus Verona che andrà nella tana della seconda forza del campionato Triestina e lontano dalle mura amiche giocherà anche il Legnago che sfiderà il Gubbio.