Lovato e Colley sugli scudi.


Silvestri 6,5–Due interventi in tutta la gara ma, su Pandev è veramente super. Ceccherini 6,5 – Buon debutto dell’ex viola. Controlla le incursioni avversarie e, quando può, si spinge in avanti. Un suo colpo di testa sfiora la traversa. Nella ripresa, quando esce Empereur va a sinistra. Lovato 7 -Ancora un’ottima prestazione del ragazzo del Duemila. Prende in mano la guida della difesa senza tentennamenti. Si è trovato davanti dei giocatori molto forti fisicamente ma non ha perso un colpo anzi ha messo a tutti la museruola. Empereur 6-Rientrava dopo l’infortunio patito con la Roma, un po' arrugginito ma sempre un buon difensore. (Dimarco 6,5- Sulla catena di sinistra s’intende bene con Colley, come sempre dal suo piede educato partono parabole invitanti. Mette, su punizione, un cioccolatino sulla testa di Salcedo peccato che Perin sia in vena di miracoli.) Faraoni 6,5- Non spinge con la solita determinazione anche perché deve stare attento all’avversario comunque un paio di azioni delle sue si sono viste. Un’ottima diagonale nel primo tempo.  Vieira 6,5- Anche per l’ex doriano è il debutto non trema anzi, spaventa gli avversari che usano spesso le maniere forti. Ilić 5,5- Non sempre lucidissimo, perde un paio di palloni che potevano diventare pericolosi. Però bisogna ricordare che è un 2001. Lazovic 6- Ritorno, dal primo minuto, per l’esterno serbo che non è ancora la freccia imprendibile della scorsa stagione. Taméze 6,5- Solito lavoro taglia e cuci, fa il trequartista ma è sempre pronto a dare una mano nelle retrovie. (Zaccagni s.v- Una decina di minuti per recuperarlo in pieno, una buona azione in partenza poi un po' di lavoro oscuro.) Colley 7- Scatena i cilindri dei suoi vent’anni. Straordinaria la cavalcata coast to coast, alla mezzora del primo tempo, che chiama Perin ad una delle miracolose parate della serata. Oltre alla velocità dialoga bene con i compagni. (Salcedo 6,5-Ha l’opportunità di segnare il goal dell’ex. Il suo perentorio colpo di testa su punizione di Dimarco chiama al nuovo miracolo Perin.) Favilli 5,5- Zapata è, al momento, un osso troppo duro per lui. Riesce una sola volta ad eludere la sua arcigna guardia ma il tiro è senza forza. Bravo nel primo tempo a capire che Perin era in ritardo sull’uscita ma, una volta toccato il pallone, cade e vanifica tutto. (Kalinic s.v.- Quasi a sorpresa Juric lo butta in campo per una mezzoretta. Mette subito un grande impegno ma, la poca preparazione si vede.)(foto hellas)