Marcell Jacobs e Gianmarco Tamberi TRIONFANO alle Olimpiadi


Il 1° agosto 2021 è una giornata che resterà memorabile per lo sport italiano infatti, alle Olimpiadi di Tokyo 2020,  Marcell Jacobs e Gianmarco Tamberi conquistano due medaglie d’oro incredibili. Jacobs, poliziotto ventiseienne di Desenzano sul Garda, dopo essere stato il primo italiano a raggiungere la finale nel 100 metri, la gara Regina delle Olimpiadi, ha sbaragliato il campo e con uno straordinario 9”80 ha realizzato sia il nuovo record italiano, superando il suo ottenuto nelle semifinali, sia quello europeo. Pochi minuti prima si era materializzata la favola di Gimbo Tamberi, il capitano della nazionale azzurra di atletica che, cinque anni fa, si era visto negare la partecipazione a Rio per la frattura di una caviglia pochi giorni prima della partenza per il Brasile. Marcell, che è nato a El Paso (Texas), ma arrivato a Desenzano, con mamma Viviana, dopo pochi mesi, ha dovuto affrontare molte difficoltà ma con una tenacia incredibile le ha superate fino ad essere l’uomo più veloce del mondo. Ha iniziato con l’atletica praticando il salto in lungo poi, sotto la guida di Paolo Camossi, è passato alla velocità dove ha conquistato il titolo europeo dei 60 metri indoor. Ha tolto a Tortu, con 9”95 il record italiano secondo italiano a scendere sotto i 10”, poco prima della partenza per il Giappone, record che ha frantumato due volte in gara. È tesserato per il G.S. Fiamme Oro (Polizia). È marchigiano di Civitanova, il ventinovenne Gianmarco Tamberi che, sconfitti gli infortuni, ha potuto, finalmente gareggiare al meglio e vincere. Gimbo non è nuovo ai successi è infatti campione mondiale indoor 2016, campione europeo sempre nel 2016 nonché detentore del primato italiano sia outdoor (2,39) che indoor (2,38) gareggia anche lui per il G.S. Fiamme Oro. Straordinaria la sua gara salta fino a 2,37 sempre alla prima prova poi tre errori a 2,39. Stesso percorso per il quatariota Mutaz Essa Barshim. A questo punto i due atleti, grandissimi amici e anche accomunati nelle disavventure fisiche, hanno deciso, con uno sguardo, di dividersi il primo premio ex equo. Gimbo, per scaramanzia aveva portato in pedana il gambaletto di gesso che gli aveva imprigionato la caviglia cinque anni fa. Felicitazioni sono arrivate dal Presidente della Repubblica Mattarella, dal Presidente del Consiglio Draghi e dagli indimenticabili campioni olimpici Livio Berruti e Sara Simeoni.