ART Breaking NEWS

Molto lavoro per giudice sportivo nei dilettanti


Molto lavoro per il giudice sportivo nella settimana che precede la sosta, questa domenica infatti tutti i campionati saranno fermi. 

Innanzitutto si è dovuto pronunciare in merito alla non presentazione in campo del Sanguinetto Venera di domenica scorsa, avrebbe dovuto affrontare lo Zevio, e che si aggiunge alle gare non disputate con Montorio e Pro San Bonifacio. Alla società del presidente Adalberto Abbamondi è stata assegnata l'ennesima sconfitta a tavolino, inflitto un punto di penalizzazione in classifica e un'ammenda di 600 euro per terza rinuncia. In virtù dei tre punti conquistati, lo Zevio sale a 26 punti e aggancia Boys Buttapedra e Tregnago al terzultimo posto mentre il Sanguinetto Venera resta penultimo con 21.

Tra le altre decisioni del giudice sportivo, spiccano in Eccellenza i provvedimenti presi nei confronti del Vigasio: l'ammenda di 100 euro alla società per aver consentito l'ingresso negli spogliatoi di due soggetti non autorizzati e al terreno di gioco un numero indeterminato di tifosi, che cercavano di forzare l'accesso allo spogliatoio; l'inibizione del presidente Cristian Zaffani fino al 10 giugno per aver rivolto insulti e frasi irriguardose nei confronti della direzione arbitrale. 

Nel campionato di Prima Categoria, sono state inflitte quattro giornate di squalifica al giocatore del Boys Buttapedra Luca Zaffani: una per l'espulsione e tre perché alla notifica del provvedimento ha strappato dalle mani del direttore di gara il cartellino rosso e con fare minaccioso s'è avvicinato all'Arbitro lanciando in aria il cartellino e a fatica è stato allontanato dai suoi compagni di squadra. 

In Seconda Categoria, nel girone B sono state inflitte due ammende da 100 euro ciascuna alla società Olimpia Ponte Crencano perché sia i sostenitori che gli stessi giocatori hanno avuto un comportamento offensivo nei confronti dell'arbitro.  Nel girone D è stato squalificato per tre giornate Boniardi Matteo (Scaligera) per aver avuto un comportamento violento nei confronti di un giocatore avversario, a palla lontana

In Terza Categoria, mano pesante nei confronti del Coriano: alla società è stata inflitta un'ammenda di 100 euro alla società Coriano per gravi e reiterate offese e minacce nei confronti dell'arbitro durante ed a fine gara, sia in qualità di assistente che di spettatore; tra i giocatori, è stato squalificato per tre giornate Mattia Vaccari: espulso per somma di ammonizioni, ha mantenuto un comportamento offensivo nei confronti del direttore di gara. Nel girone A tre turni di squalifica sono stati inflitti a Donald Mustafaj (Verona International) per aver avuto un comportamento offensivo nei confronti del direttore di gara ed antisportivo.