Nella settimana europea della mobilità il via al calendario di eventi pubblici


Nella settimana europea della mobilità prende il via venerdì 21 settembre con un incontro sulla mobilità elettrica OPEN D’AUTUNNO, l’edizione 2018 della rassegna culturale aperta al pubblico promossa dall’Ordine degli Ingegneri di Verona e Provincia dedicata al tema: “VEICOLI e MOBILITÀ 4.0, la sfida della sostenibilità. Mezzi e infrastrutture tra storia e scenari futuribili”. Dalla mobilità elettrica di nuova generazione a quella ciclabile; dalla mobilità integrata e smart road all’inquinamento acustico delle città; dalla mostra e convegno su “La Vespa a Verona”, mito e icona della mobilità contemporanea, alla storia delle Ferrovie a Verona con un focus sull’Officina Grandi Riparazioni di Porta Vescovo, fino alla visita tecnica al Museo dell’auto Nicolis a Villafranca. Sono otto gli appuntamenti che animeranno la sede dell’Ordine (Via S. Teresa 12) da settembre a dicembre: convegni e seminari in cui passato e futuro dialogano nella ricerca di una corretta correlazione tra ambiente, evoluzione tecnologica, infrastrutture e uomo. Alla Conferenza Stampa intervengono: - Ilaria Segala, assessore all’urbanistica, edilizia privata e ambiente del Comune di Verona - Andrea Falsirollo, presidente dell'Ordine degli Ingegneri di Verona e Provincia - Luca Scappini, consigliere CNI con delega alla formazione - Valeria Reale Ruffino, vicepresidente dell’Ordine degli Ingegneri di Verona e coordinatrice del progetto - Antonella Andriani, designer, vicedirettore dell’Accademia di Belle Arti di Verona L'invito a partecipare è stato esteso a quanti hanno collaborato al progetto, ai patrocinatori e ai sostenitori dell’iniziativa. Saranno presenti Marco Passigato, ingegnere, membro della Commissione Sostenibilità dell’Università di Verona; Corrado Marastoni, presidente FIAB Verona; per il Vespa Club Verona Luigi Bertaso, presidente onorario, Mirko Zambaldo, vicepresidente e il consigliere tesoriere Bassi Alberto. In rappresentanza dell’Automotoclub Storico Italiano (ASI) partecipa Danilo Castellarin, presidente della Commissione Storia e Musei ASI. Presenti inoltre Gianluca Godi e Elena Boca di LogisticaUno, tra i sostenitori della rassegna. Il programma di eventi è stato realizzato grazie alla collaborazione con l’Archivio di Stato di Verona; Ance Verona; CIFI, Museo Nicolis; FIAB, Vespa Club Verona, Registro Storico Vespa e Commissione Storia e Musei dell’Automotoclub Storico Italiano (ASI). La rassegna gode del patrocinio della Provincia e del Comune di Verona, della Commissione sostenibilità dell’Università di Verona, di ARPAV, CNI, FOIV, dell’Accademia di Belle Arti di Verona, dell’Ufficio dell’Ambito Territoriale VII Verona, dell’associazione VeronaNetwork, T2i e dell’Accademia di Agricoltura, Scienze e Lettere di Verona. Hanno condiviso l’iniziativa anche la Circoscrizione 5 del Comune di Verona, la Società Letteraria di Verona, il CTG Verona e CTG Un Volto Nuovo. Il progetto è stato sostenuto da AGSM; Sitta srl; LogisticaUno; Stratos Honda; Federmanager Verona e MarvinAcustica.