Non basta Taméze, Montipò para il possibile


Montipò (foto) 7- Prende tre reti senza nessuna colpa. Evita un passivo maggiore con una parata, alla Garella, alla fine del primo tempo. Molto bene sulle uscite alte, da sicurezza al reparto. Casale 6,5- Spostato sul centro destra da prova di maturità e concretezza. Pronti via e conquista, con una progressione importante, un angolo. (Cancellieri 5,5- Tudor, lo riscopre dopo molto tempo. Parte con grinta ma perde un paio di palloni e di fatto si spegne.)   Dawidowicz 6- Portato al centro regge per oltre un tempo la pressione degli avanti doriani, poi, quando ai suoi fianchi cominciano a boccheggiare anche lui va in difficoltà. Ceccherini 6- Per un tempo si dimostra molto concreto e difficilmente superabile. Sul finire del primo tempo sfiora un eurogol, poi, purtroppo, perde le misure e anche lui va in affanno. Faraoni 5- La fascia di capitano non gli porta fortuna. Quasi tutte le azioni della Samp partono dalla sua fascia. Gli ultimi cinque minuti di partita sono per lui letali. Prima un super Audero gli nega la gioia del pareggio poi, perde una palla sanguinosa dalla quale nasce l’azione che porta alla terza rete doriana.  Taméze 7- Per lui altra prestazione di grande sostanza. Seconda rete consecutiva. Corre, recupera e rilancia. (Veloso 5,5- Il professore entra alla mezzora della ripresa. Non trova quasi mai la sua bacchetta di direttore d’orchestra. Tenta un tiro, che sorvola la traversa, con un destro al volo.) Ilic 6,5- Dopo tre partite ritorna in campo e, per un tempo, lo fa con grande autorevolezza, poi però cala e tutta la squadra ne risente. Lazovic 6- Quando parte sulla fascia è sempre pericoloso, peccato che non sia preciso come altre volte nell’ultimo passaggio. Barak 6- La sua presenza in campo si sente sempre, anche se non determinante come in altre occasioni. Comunque quando ha la palla fra i piedi non la perde mai. Caprari 6- Da ex darebbe l’anima per ben figurare e, molto spesso, da l’avvio ad azioni che potrebbero avere altre soluzioni se i suoi compagni fossero più precisi. Simeone 6- Ci aveva abituato troppo bene adesso sono due gare senza reti. Però il suo moto perpetuo mette sempre in apprensione i difensori. Non tira mai in porta però. (Lasagna 5,5- Da quasi un anno non va a segno e, per un attaccante, è un handicap pesantissimo e, il buon Kevin, ne è schiacciato.)