Raphael Gualazzi, portabandiera del jazz italiano in Europa, al Teatro Romano con ‘Piano solo’


È uno dei talenti della musica italiana all’estero, il portabandiera del jazz tricolore in tutta Europa, Raphael Gualazzi torna finalmente dal vivo. Mercoledì 23 giugno salirà sul palcoscenico del Teatro Romano di Verona con il suo ‘Piano solo’, concerto che doveva tenersi già l’anno scorso e rinviato a causa Covid.

La serata, proposta da Verona Jazz nell’ambito dell’Estate Teatrale Veronese organizzata dal Comune di Verona, ripercorrerà la carriera dell’artista, alle prese con brani del suo repertorio e reinterpretazioni di chicche e standard del blues/soul internazionale. Lo spettacolo è organizzato in collaborazione con IMARTS.

Classe 1981, Gualazzi è conosciuto e amato in tutto il continente. Dal trionfo in Francia di “Reality and Fantasy” (in vetta all’airplay e alle classifiche digitali) alla consacrazione all’Eurovision Song Contest dove espugnò il secondo posto, Gualazzi non si è mai fermato, con importanti tour in Europa ma anche in Canada e in Giappone (dove nel 2018 ha pubblicato “Best of”, una raccolta di successi).

Cantautore, compositore, arrangiatore, musicista e produttore, Raphael dopo gli studi classici al Conservatorio ha sempre sperimentato diversi generi musicali, dando vita ad uno stile personalissimo, tra stride piano, jazz, blues e fusion.

Cinque album all’attivo (Love Outside the Window – 2005, Reality and Fantasy – 2011, Happy Mistake – 2013, Love Life Peace – 2016, Ho un piano - 2020) e tre Ep in Italia (sempre con la Sugar), Gualazzi ha pubblicato in tutto il mondo. Nel 2020 ha partecipato al festival di Sanremo con il brano “Carioca”, che ha anticipato l’uscita del suo ultimo album “Ho un piano”. Gualazzi ha composto anche per la tv e per il cinema.

Informazioni e approfondimenti sul sito www.estateteatraleveronese.it, sulla pagina facebook, sul canale youtube, sui profili instagram e twitter dell’Estate Teatrale Veronese.