Sarà Ivan Juric a guidare l'Hellas Verona in Serie A


E’ il croato quarantaquattrenne Ivan juric, il nuovo allenatore dell’Hellas Verona. L’ufficialità della notizia, che ormai correva da giorni, è arrivata con un comunicato della Società. Juric, dopo essere stato un buon centrocampista prima in patria quindi in Spagna, è approdato, nel 2001, al Crotone, in serie B. In Calabria è rimasto per cinque anni totalizzando 152 presenze con dieci reti. Passato poi al Genoa ha disputato quattro campionati con 111 presenze e un goal. Nella Nazionale croata ha messo insieme cinque presenze. Pupillo di Gasperini, di cui è stato, prima giocatore, sia nel Crotone sia nel Genoa, quindi assistente tecnico all’Inter e al Palermo. Una volta ottenuta l’abilitazione per il Master Professionisti di Prima Categoria - UEFA Pro, ha allenato la Primavera del Genoa, il Mantova in Lega Pro per tornare quindi, nel 2015, a Crotone. Con i calabresi ottiene la storica promozione in Serie A. L’anno successivo Preziosi lo vuole al Genoa dove, dopo un buon girone d’andata, è esonerato, nel ritorno, quando ottiene solo due punti in dieci gare. Gli subentra, per alcune giornate, Mandorlini prima di essere richiamato e ottenere la salvezza con una giornata d’anticipo. Nell’annata successiva parte ancora al timone del grifone ma, dopo dodici giornate, è esonerato in favore di Ballardini. Nell’ultima stagione è chiamato a sostituire Ballardini e, dopo un pareggio con la Juve, ottiene solo due punti in sei gare ed è definitivamente esonerato per Prandelli. La scelta della Società è andata verso un allenatore che conosce la serie A, ma il cui curriculum non è certamente eccezionale, infatti, nella massima serie, su cinquantuno partite ha ottenuto nove vittorie, quattordici pareggi e ventotto sconfitte. Da segnalare come Juric sia un fedele interprete delle strategie tecniche di Gasperini tanta aggressività, tanta corsa e controllo a uomo degli avversari. Nel comunicato ufficiale la Società ringrazia, con sincera stima, Alfredo Aglietti e il suo staff per la professionalità, l’audacia e l’attaccamento ai colori gialloblù dimostrati con il raggiungimento della promozione in Serie A.