Saracinesca Silvestri evita la beffa


Silvestri 8–Incolpevole sui goal ma compie almeno tre parate straordinarie. Terzo rigore neutralizzato in campionato. Vera saracinesca. Almici 6- Soffre quando è attaccato. Meglio quando si propone in avanti. Finisce con cinque punti di sutura senza che l’arbitro l’abbia mai tutelato. Caracciolo 5- Sbaglia clamorosamente l’intervento che porta al primo pareggio, causa il rigore non da mai sicurezza al reparto. Dawidowicz  5,5- Corresponsabile del primo pareggio si riscatta nel finale usando tutta la sua prestanza fisica. Balkovec 7- Bravissimo a seguire l’affondo di Zaccagni e di eseguire il perfetto cross dal quale nasce il goal di Lee. (Empereur 6- Entra per alzare maggiormente la linea difensiva. Si batte con decisione.) Zaccagni 7- La finta, con la quale irride un avversario, la susseguente azione con assist a Belkovec, vale da sola il prezzo del biglietto. (Colombatto 6- Venti minuti per dare ordine e cercare di far ripartire la squadra schiacciata dalla furia avversaria.) Henderson 6- Torna titolare dopo un periodo nel quale era sparito dagli schermi. Alterna cose buone, assist per Lee, in occasione del primo vantaggio, a errori abbastanza ingenui, ha bisogno di giocare. (Marrone s.v.- Pochi minuti anche per spezzare il ritmo dei foggiani.) Gustafson 7- Gioca una signora partita usando sia il fioretto sia la scimitarra, tanto da essere ammonito, una delle sue migliori prestazioni. Matos 6,5- Solo un incapace, come l’arbitro romano, non poteva accorgersi del fallo da rigore commesso su di lui trasformandolo in simulazione. Quando si accende, è di altra categoria. Pazzini 7,5- Il capitano fa capire subito di essere in stato di grazia. Segna dopo pochi minuti, anche se in fuori gioco e si conferma autentico rapace d’area. Difende la squadra e l’ineffabile arbitro invece di punire i killer lo ammonisce.  Lee 7- Non ripete la straordinaria partita con il Cittadella comunque entra in entrambe le reti prima si fa trovare pronto sulla verticalizzazione di Henderson con il tiro ribattuto dal portiere, ma dietro c’è il Pazzo poi, con la mezza girata con cui festeggia la sua prima rete in serie B.