ART Breaking NEWS

Schelotto e Hetemay suonano invano la sveglia


Sorrentino 6 – Domenica di assoluto riposo per il portierone clivense, quasi uno spettatore non pagante.   Schelotto 7- L’unico che mette grinta e determinazione. Talvolta sembra in trance agonistica ed eccede, lo spirito è quello giusto, peccato che sia inascoltato. Bani 6- Mette la museruola agli avanti rossoblù senza particolari sofferenze. Buona, sul finire, una diagonale che blocca la ripartenza genoana. Barba 6- Stesso discorso del compagno di reparto, una domenica non particolarmente impegnativa. Jaroszynsky 6,5- Ha molto spazio per spingere e con il mancino cerca di rendersi pericoloso, buono il tiro dalla distanza sul finire del primo tempo. Leris 7- Sicuramente uno dei più propositivi. Cerca di dare ordine ma è sempre pronto anche ad accorrere in difesa. Esce per permettere a Piazon di battere la punizione finale. (Piazon s.v- Di Carlo lo scaraventa in campo all’ultimo minuto per battere la punizione dal limite ma è una telefonata al portiere.) Rigoni  5,5- Perde nettamente il confronto con Radovanovic. Il serbo è di un altro spessore. (Djordjevic 5,5- Un quarto d’ora senza particolari squilli. Si fa anticipare da una coraggiosa uscita di Radu.) Hetemay 7- Conferma quanto di buono visto a Udine. All’ultimo ha la forza di buttarsi in avanti conquistando una preziosa punizione da ottima posizione purtroppo non sfruttata a dovere da Piazon. Kiyine 6- Il nuovo look sembra avergli ridotto la lucidità. Va a sprazzi cerca il tiro da fermo ma nel primo caso è un passaggio al portiere nel secondo sfiora il palo. (Dioussé 6- Dimostra di avere una certa personalità, forse dovrebbe avere più spazio.) Stepinski 5,5- Lotta per tutta la gara ma, difficilmente, ha la meglio sui difensori, talvolta s’intestardisce a cercare lo sfondamento invece dello scambio. Meggiorini 5,5- Sempre battagliero, di testa, se non subisce spinte, salta di più di tutti ma sono spizzate raramente capite dai compagni.