Segna sempre Garritano ma questa volta la difesa non è perfetta, bentornato Bertagnoli


Seculin 6- Chiamato a sostituire, all’ultimo momento, Semper lo fa con attenzione. Non ha colpe sui goal per il resto si comporta bene. Mogos 5,5-Dimentica completamente Stepinski in occasione del vantaggio. Perde altre palle mentre si comporta abbastanza bene quando deve spingere. Leverbe 6-Gli avanti salentini sono fra i più pericolosi della categoria. Lotta e riesce spesso a neutralizzarli. Gigliotti 6- Come sempre molto autoritario, alla fine però anche lui denota un’eccesiva ansia. Cotali 5,5-Sostituire uno come Renzetti non è facile. Si vede che manca la sintonia con Garritano che molte volte lo cerca al buio ma lui non è salito. Canotto 5,5- La velocità è il suo forte purtroppo talvolta perde le coordinate. Come spesso gli accade quando entra in area va in apnea e perde lucidità. (Rigione s.v- Entra e subito dopo i salentini segnano, non aveva ancora trovato la giusta posizione.) Palmiero 6- La media fra l’assist che ha porta al pareggio e gli errori, tanti per uno come lui, che normalmente non sbaglia una palla. (Zuelli s.v- Quattro minuti per mettere freschezza ma non tocca nemmeno un pallone) Obi 6- Rientra dopo più di un mese. Fatica all’inizio poi prende in mano le redini del gioco. Cala alla distanza (Viviani 5,5- Un quarto d’ora ma non riesce a dettare le sue classiche geometrie). Garritano 7,5- Quarta rete in otto gare. Non aveva mai segnato così tanto. Primo tempo di assoluto valore poi, anche lui, cala e i salentini ne approfittano. Fabbro 5,5- Come sempre sembra indiavolato e fa soffrire i suoi controllori. Clamoroso però l’errore, nel secondo tempo, quando invece di indirizzare a rete allontana di testa. L’errore lo intristisce ed esce di scena. (Bertagnoli (foto) s.v- Bentornato al ragazzo della Valpantena che si era rotto il braccio alla seconda con la Salernitana.) Djordjevic 5,5- Ci si aspetta sempre molto da questo giocatore ma, alla fine, si rimane sempre con un pugno di mosche (Margiotta s.v- Altri venti minuti per trovare la sintonia giusta, aveva però fatto miglior impressione nelle precedenti uscite.)