Segnano i difensori ma è un Vignato show


Semper 6,5- Mezzo punto in più per la parata al novantesimo poi, ordinaria amministrazione. Dickmann 7- Seconda rete stagionale per l’ex spallino. Copre con grande attenzione la sua fascia poi è perfetto nel concludere, con un sinistro chirurgico, l’azione che aveva iniziato.  Vaisanen 7- Prima rete italiana del finnico. Gara molto attenta e ordinata, impreziosita dalla rete che apre la partita.  Cesar 7- Parte del merito della rete del compagno di reparto è sua, dato il corpo a corpo ingaggiato con un difensore che permette alla palla di arrivare indisturbata al finlandese. Brivio 5,5- Si riscatta parzialmente nel finale dove riesce a mettere un paio di traversoni interessanti in mezzo all’area, peccato che i suoi compagni non sappiano sfruttarli. Sbaglia clamorosamente il primo intervento, dopo dieci minuti, e si riprende dopo un’ora. Segre 6,5- Avvia l’azione che porta al raddoppio. Peccato che ogni tanto si eclissi dal gioco. (Pina Nunes s.v- Pochi minuti, per spezzare il ritmo degli avversari.) Obi 6- Buone chiusure ma troppa imprecisione in fase di rilancio. Fa valere l’esperienza. Esposito 6- Sempre valido suo calci piazzati, meno dinamico di altre volte. (Garritano 6 – Venti minuti nei quali cerca il dialogo, di fino, prevalentemente con Vignato ma non sempre gli altri capiscono le loro intenzioni.) Vignato (foto) 7,5- Nettamente  il miglior in campo. Avvia l’azione del vantaggio e crea azioni a ripetizione. Va in pressing sui difensori mettendoli spesso in difficoltà e, quando ha la palla fra i piedi, sono momenti di calcio spettacolo.  Meggiorini 6,5- Mezzo punto in meno per l’occasione sciupata a inizio ripresa, su servizio di Vignato, mezzo punto in più per l’ubriacante azione del primo tempo con palla che fa la barba al palo. Si becca un giallo per proteste per un fallo, che afferma di aver subito, e che da l’avvio all’azione della rete ligure.  Rodriguez 6,5- Gioca poco più di un tempo ma con  buoni risultati. Al primo minuto conquista, con un gran tiro, l’angolo dal quale nasce il vantaggio. Scambia, alla perfezione, con Meggiorini il pallone nella più bella e spettacolare azione della gara, alla mezzora del primo tempo. (Ceter 6- Il gigante colombiano lotta e guerreggia con l'intera difesa, ha il merito di conquistare diverse punizioni che permettono alla squadra di risalire e di rifiatare.)