Simeone nella storia dell'Hellas ma Caprari e Dawidowicz sono stratosferici


Montipò 6- Mariterebbe di più per un paio di parate nel secondo tempo però l’incertezza che ha portato alla rete di Immobile non si può dimenticare. Dawidowicz (foto) 8- È diventato essenziale per questa squadra e, quando manca, come a San Siro, la sua assenza si sente. Prestazione impeccabile, nel secondo tempo quando passa su Immobile lo cancella dal campo. Günter 6 – Non sta attraversando un momento favorevole e, ogni volta, qualche cosa gli va storto. Non riesce a frenare Immobile che poi beffa il portiere. (Sutalo 6- Rileva Gunter nella ripresa ma passa sul centro destra e non commette errori.) Casale 7,5- Quaranti minuti del primo tempo da protagonista in difesa poi subisce un brutto fallo ed è costretto ad uscire, comunque ottima prestazione per il veronese doc. (Ceccherini 6- Soffre la velocità e la freschezza di Lazzari.Spende un’ammonizione tanto plateale quanto utile alla causa.) Faraoni 7,5- Buona prova sia in difesa sia in attacco impreziosita dall’assist, con il contagiri, per la quarta rete di Simeone. È una garanzia. Veloso 6,5- Nei primi minuti, forse ancora freddo, è costretto a placcare Milinkovic e si prende il giallo, poi sale in cattedra e smista palloni come solo lui sa fare. (Taméze 6,5- Entra con una grinta e una vitalità che non ricordavamo, forse la rete segnata all’Olimpico, lo scorso anno, lo galvanizza. Inizia l’azione che porta al poker.) Ilic 6,5- Un punto in meno per le due conclusioni sbagliate nel primo tempo non da lui. Poi sbaglia che un paio di appoggi ma, poiché la classe non si discute, si resetta e torna un ottimo giocatore. (Hongla s.v- Dieci minuti per mettere benzina fresca nel motore che cominciava a tossicchiare.). Lazovic 7- Nel primo tempo torna il Darko dello scorso anno poi, anche lui, rifiata e perde un po' di lucidità. Due errati disimpegni mettono un pizzico di apprensione. (Magnani s.v- Stesso discorso di Hongla) Caprari 8- Prestazione da incorniciare. Imprendibile per i mastini laziali. Serve due assist perfetti al cholito che li finalizza al meglio. Ha fatto completamente dimenticare Zac. Simeone 10 Entra nella storia gialloblù. Multi cannonieri nella stessa partita non ce ne sono molti avvicina un mito come Emanuel Del Vecchio, 5 reti alla Samp, nell’altro secolo. Prestazione per la quale i superlativi si esauriscono presto. Perfetto, precisissimo, implacabile.