Simone Dal Degan lascia il calcio giocato: comincerà la sua avventura in panchina nel Trento


Simone Dal Degan ha detto stop al calcio giocato. Il calcio dilettantistico perde un grande protagonista. Con un post pubblicato su Facebook, il forte difensore apprezzato in tante squadre della nostra provincia e non solo, ha dichiarato: "Slacciamo gli scarpini e non corriamo più dietro ad un pallone ma lo viviamo in maniera diversa... La mia anima giocherebbe per altri 20 anni ma è giusto credo finirla qui...".

Nell'ultima "maledetta" stagione che si è conclusa il 16 Febbraio e da quella data non si è più giocato, Dal Degan militava nell'Albaronco. Proprio a Ronco all'Adige a soli sei anni aveva iniziato la sua avventura calcistica. Dopo esser cresciuto nelle giovanili dell'Hellas Verona, ha lasciato la sua impronta a Casaleone, Cologna Veneta, Sambonifacese, Oppeano, Legnago Salus, Caldiero Terme, Provese e fuori provincia Castelbaldo Masi e Rovigo.

Dal Degan racconta il suo passato: "Il calcio dilettantistico mi ha regalato tante emozioni e sinceramente le vittorie dei campionati sono quelle che porterò sempre nel cuore come Oppeano, Provese, Castelbaldo Masi, Rovigo e i play off nel Cologna. Non ho segnato molti gol, ma tuttavia li ricordo tutti volentieri". Spostando l'attenzione sugli allenatori avuti, prosegue: "Tutti mi hanno lasciato qualcosa e non sarebbe giusto fare torto a qualcuno tuttavia cito volentieri Parlato, Canola, Beggio, Albieri, Valigi e Marchi".

Dal Degan tuttavia non lascia il mondo del calcio: "La mia intenzione è quella di allenare e comincerò la mia nuova avventura a Trento con mister Carmine Parlato".

Infine, non mancano i suoi ringraziamenti e conclude: "Voglio ringraziare la mia famiglia, tutte le società di calcio, gli allenatori, tifosi e tutte le persone che mi hanno voluto bene durante questo mio splendido viaggio...".

Da parte della redazione sportiva di Radio Rcs, un forte in bocca al lupo a Simone e che per lui possano arrivare tante soddisfazioni anche dalla panchina.