Sofia Sinfonietta Orchestra al al Salieri di Legnago


Giovedì 9 gennaio 2020 alle 20.45, terzo appuntamento della rassegna di Musica della Stagione 2019-2020 del Teatro Salieri di Legnago con la Sofia Sinfonietta Orchestra, Svilen Simeonov direttore, Pavel Berman violino , con un concerto tutto dedicato alla grande musica di Beethoven; verrà eseguito il Concerto in re maggiore, per violino e orchestra, e la Sinfonia n. 3 “Eroica”.

Ore 20.00, al Ridotto del Teatro: Conversazioni sul concerto con Mauro Masiero, musicologo e Federico Pupo direttore

Concerto par Clemenza pour Clement e il gioco di parole che Beethoven verga sulla partitura originale, dedicando di fatto il lavoro al primo esecutore del concerto, Franza Clement, primo violino dell’orchestra del Theater an der Wien dove fu eseguito la prima volta, nel 1806. Non fu un gran successo, forse perché la partitura fu terminata pochi giorni (due!) prima dell’ esecuzione, oppure perché l’interprete esegui in maniera bizzarra ed eccessivamente personale questo concerto che fu tra le opere più amate da Beethoven tanto che egli stesso ne curo una versione per pianoforte e orchestra: si dovranno attendere quasi trent’anni perchè questo lavoro, grazie a Vieuxtemps e poi Joachim, due celebri violinisti dell’epoca, diventasse il successo che ancora oggi merita. Sempre al Theater an der Wien, l’anno precedente, veniva presentata quella sinfonia che, assieme al quinto concerto per pianoforte, l’‘imperatore’, tradiva quei sentimenti di eguaglianza, liberta e fraternita che Beethoven vedeva in Napoleone. Speranza delusa ben presto, che farà togliere il diretto riferimento a Bonaparte intitolandola Sinfonia Eroica, composta per festeggiare il sovvenire di un grand’Uomo. Biglietti: da € 14 a € 25; per gli under 18, prezzo speciale di 8€ per ogni categoria di posto. I biglietti sono in vendita anche al telefono, con carta di credito; online, www.teatrosalieri.it

Gli interpreti Vincitore del Concorso Indianapolis, Pavel Berman appare regolarmente in Italia e all’estero nel ruolo di Solista e/o Direttore con Orchestre quali i Virtuosi Italiani, i Virtuosi di Mosca, la Haydn di Trento e Bolzano, i Pomeriggi Musicali di Milano, l’Orchestra da Camera di Mantova, l’Orchestra di Padova e del Veneto, la Sinfonica Toscanini di Parma, l’Orchestra del Teatro La Fenice, al Bellini di Catania, il Carlo Felice di Genova, la RAI di Torino, Santa Cecilia a Roma, l’Orchestra del Teatro Sao Carlo di Lisbona, Moscow Symphony Orchestra, Romanian National Radio, Wurtembergische Philharmonie, la Dresden Staatskapelle, i Berliner Sinfoniker e altre. Ha suonato con l’Indianapolis Symphony Orchestra, l’Atlanta Symphony, la Dallas Symphony, la Prague Symphony, la Royal Philarmonic di Liverpool, la Beijing Philharmonic, e ha tenuto concerti nelle più prestigiose sale del mondo quali la Carnegie Hall, il Théâtre des Champs Elysées e la Salle Gaveau di Parigi, la Herkulessaal di Monaco, il Bunkakaikan di Tokyo, il Teatro alla Scala di Milano, il Palais des Beaux Arts di Bruxelles Ha fondato la Kaunas Chamber Orchestra diventata Kaunas Symphony Orchestra in Lituania e partecipa al Festival Oistrach di Odessa. E’ in varie tournée in Giappone e ha preso parte al progetto Rachmaninoff presentato all’Accademia di Santa Cecilia e al Festival Settimane Musicali di Stresa. Tra le sue ultime registrazioni i CD per Dynamic dedicati a Prokofiev: le Sonate e i due Concerti con l’Orchestra della Radio Svizzera Italiana e il DVD dei 24 Capricci di Paganini. Pavel Berman insegna presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano e suona il violino Antonio Stradivari ‘Conte De Fontana', Cremona 1702 ex David Oistrach della Fondazione Il Canale di Milano. Svilen Simeonov Si è affermato come uno dei principali direttori della Bulgaria. È stato insignito del premio "Musician of the Year" con l'orchestra Sofia Amadeus (1999) della Bulgarian National Radio, il Crystal Lyre Award (2001) con l'orchestra Collegium Musicum-Bankja e il Golden Lyre Award con l'orchestra Sofia Sinfonietta (2007) per i risultati artistici ottenuti nelle Arti dello Spettacolo. In Bulgaria il Maestro Simeonov è direttore principale dell'orchestra Sofia Sinfonietta dalla sua costituzione (2003), dell’ Orchestra Sofia Amadeus e della Vidin State Symphony Orchestra; oltre che direttore ospite dell'Operetta Stage di Vienna, del Teatro Lirico d'Europa e dell'Orchestra del Festival Strauss. Simeonov si è diplomato all'Accademia di Stato "Pancho Vladigerov" di Sofia e all'Accademia di Musica e Danza di Plovdiv con lauree in clarinetto e direzione d'orchestra. Ha inoltre completato studi di direzione con il Prof. Salvador Mass Conde all'Accademia di Musica di Vienna. Simeonov ha insegnato direzione a Sofia, e negli USA: Yangstown-State University, Dana School of Music-Ohio, Thiel College PA e Westminster College Pennsylvania; e in Seoul (Corea), Hanoi (Vietnam). Si è esibito in molte prestigiose sale da concerto di livello internazionale, tra cui: Philharmonic Hall di Berlino, Musikverein Gold Hall di Vienna, Concertgebouw di Amsterdam, Bulgaria Hall di Sofia, Seoul Art Center in Korea, Bunka Kaikan Center di Tokyo, Victoria Hall di Ginevra, Ton Halle di Zurigo, l’ Auditorium RAI Toscanini di Torino, Palau de la Musica di Barcellona, Auditorium National de la Music di Madrid, Teatro Monumental di Madrid, Teatro Alfredo Kraus di Las Palmas, Teatro Coliseum di Lisbona, Casa de la Musica di Porto, Bilkent Hall di Ankara, Levent Center di Istanbul, Sava Center di Belgrado, Megaron Music Hall di Atene, Festival Hall di Osaka, Centro Artistico Aichi-Ken di Nagoya, Philharmonics Hall di Wroclaw, Teatro dell’ Opera di Novi Sad, Teatro Auditorium di Cuenca, Sito Archeologico di Baalbek in Libano, Anfiteatro di Ohrid in Macedonia. La Sofia Sinfonietta Orchestra conserva e sviluppa con successo le tradizioni dell'orchestra da camera formata nel 1972 dagli eminenti violinisti bulgari Dina Schneidermann ed Emil Kamilarov, che nel 1987 si trasformò in Collegium Musicum-Bankya. Nel 2003 questo ensemble si è ampliato per diventare Sofia Sinfonietta, e nel 2006 le è stato assegnato lo statuto di Orchestra con il proprio palcoscenico operistico metropolitano. Questo è stato il riconoscimento ufficiale per le sue attività di opera e balletto e la specifica posizione che riveste come unica orchestra municipale professionale di questo tipo sul palcoscenico musicale bulgaro. La Sofia Sinfonietta è composta da più di 50 strumentisti. I suoi progetti sono estremamente vari e ambiziosi: includono la partecipazione a cicli di concerti popolari destinati alla gioventù, programmi di puro intrattenimento con spettacoli teatrali all’aperto, con la presentazione di film e musica teatrale, opere in anteprima contemporanea di compositori bulgari e stranieri, e progetti interattivi che suggeriscono idee di improvvisazione che possono coinvolgere dispositivi elettronici, musicisti jazz e folk. Grazie alle prestazioni musicali svolte sia in Bulgaria che in altre nazioni, la Sofia Sinfonietta gode di un singolare prestigio e di un'alta reputazione professionale. È un'orchestra ospite di vari Festival musicali nel paese d’origine e all'estero, per celebrazioni di anniversari, e molti eventi di beneficenza. La Sofia Sinfonietta collabora anche con altre orchestre, solisti e direttori d'orchestra. In particolare, collabora con alcune istituzioni educative, proponendo progetti che coinvolgono i giovani: una delle sue numerose iniziative è il ciclo di concerti "Giovani direttori, solisti e compositori”. L'orchestra si esibisce in Europa, Asia e America, realizzando registrazioni per programmi radiofonici, televisivi e case discografiche. Dall'anno di costituzione (2003) Svilen Simeonov è il direttore principale della Sofia Sinfonietta. L’attività del Teatro è gestita dalla Fondazione Culturale A. Salieri, Fondazione di Partecipazione promossa dal Comune di Legnago e che unisce energie pubbliche e private per operare non solo per la città di Legnago, ma per tutto il territorio della Pianura Veronese. - i Soci Fondatori sono (Città di Legnago, Fondazione Cariverona, Provincia di Verona, Riello Group, Riello Elettronica); - la Regione del Veneto; - i Soci di Partecipazione Banca Popolare di Verona – Banco BPM, Cerea Banca, Cattolica Assicurazioni, Camera di Commercio Verona, Rigoni di Asiago, Autoteam, Grafiche Stella, Pergola Hotel-Ristorante; - i Comuni Soci di Partecipazione Angiari, Bevilacqua, Boschi di S. Anna, Castagnaro, Cerea, Gazzo Veronese, Roverchiara, Terrazzo, Villa Bartolomea;