Sorrentino: 40 anni e non sentirli


Sorrentino 8 – Quarant’anni e non sentirli. Altra grande prestazione di Stefano che impedisce alla Dea di ottenere il successo.  Andreolli 6,5- Lotta e limita gli attacchi di Zapata che lo mette Ko sul finire. (Frey s.v- Pochi minuti ma per sostituire Andreolli ma si dimostra prontissimo a spazzare l’area) Cesar 6,5- Riscoperto dopo tempo fa valere la sua arte gladiatoria, anche se soffre, e non poco, la fisicità di Zapata.  Barba 6,5- Inizia contro Ilicic quindi gli cambiano avversario ma lui tiene bene botta.  Depaoli 7- Nel primo tempo è più propenso ad attaccare che a difendere poi anche dalla sua parte cominciano ad arrivare i pericoli e non si sgancia più. Ha il grande merito del lancio, di lunga gittata, per la rete del Meggio. Dioussé 6,5- Di Carlo lo mette a guardia del Papu e lui lo segue anche in bagno. Quando è libero, dal suo lavoro di sentinella, cerca di rilanciare con precisioni gli avanti. Hetemay 7- Sicuramente non è bello da vedere ma quanto lavoro fa il finnico. Morde sistematicamente le caviglie a ogni avversario e, poi corre, corre corre anche se, talvolta, tiene troppo la palla. Trasmette la carica a tutti i suoi. Jaroszynski 6,5- Frena le incursioni sulla fascia di sua competenza e, quando può, si spinge in avanti mettendo preziosi palloni in mezzo all’area.  Giaccherini 5,5- Forse l’unico in ombra della squadra. Inizia bene, andando inutilmente in goal, poi si spegne lentamente.  Meggiorini 8- Segna la sua prima rete stagionale su azione dove dimostra prontezza e precisione. Si sacrifica in un estenuante lavoro di pressing sugli avversari, esce esausto. (Pucciarelli 5,5- Venti minuti ma non trova mai la giocata precisa comunque anche lui s’impegna.) Stepinski 6,5- E’ vero che il suo compito primario sarebbe fare goal ma il buon Marius svolge un lavoro improbo di sacrificio e fatica. (Djordjevic s.v.- Ultimi dieci minuti dove cerca di mettere fisicità nei contrasti con i difensori, dimostra di avere tanta voglia di  far bene.)