TEATRO ROMANO, SPETTACOLI A 8 EURO PER GIOVANI E OVER 65


 

Una tariffa speciale, alla portata di tutti. La settantaduesima edizione dell’Estate Teatrale Veronese propone, per il mese di settembre, spettacoli di prosa e danza a soli 8 euro. Un biglietto di gradinata ridotto riservato ai giovani con meno di 26 anni, agli studenti universitari Esu e agli adulti over 65. Sul palcoscenico del Teatro Romano prime nazionali, con attori e registi di fama nazionale. Da Sergio Rubini a Chiara Francini. Così come ballerini e coreografi di prim’ordine, tra cui Cristiana Morganti che ha appena vinto il 57° Premio del Syndicat professionnel de la Critique, quale miglior interprete della stagione proprio con Moving with Pina.  Dopo l’anteprima di luglio, che ha visto sul palcoscenico Claudio Bisio, Gigio Alberti, Isabella Ferrari e Paolo Rossi, il festival organizzato dal Comune di Verona riprende con un ricco programma.

Due le sezioni di teatro: Festival Shakespeariano, nucleo centrale del festival, con progetti inediti nei contenuti, centrati sulla riscrittura drammaturgica e adeguati nei formati al post Covid, e Classiche Parole, dedicato ai temi della comunicazione a distanza.  

Attesissima prima nazionale, l’11 settembre, per una coppia simbolo del teatro come Pagliai-Gassman, diretti da un’altra coppia d’arte, Castellani-Raimondi di Babilonia Teatri, pronti a stravolgere il mito di “Romeo e Giulietta”.

Poi sarà la volta di Alessio Boni e Michela Cescon, sabato 12 settembre, con Fuga a tre voci. Un lavoro di  Marco Tullio Giordana. Martedì 15 settembre la scrittrice Melania Mazzucco affiderà invece a Vanessa Scalera, la sua versione della “Storia di re Lear”. Mercoledì 16 settembre saranno in scena Chiara Francini e Andrea Argentieri, diretti da Luigi De Angelis, in L’amore segreto di Ofelia. Infine il monologo originale, Macbeth solo, creato da Sergio Rubini, il 17 settembre.

 

Per la sezione danza cinque serate imperdibili, Laura Corradi con Andrà tutto bene; Associazione Van e Camilla Monga con Dire Habitus; Chiara Frigo e Silvia Gribaudi con Himalaya Drumming e R.osa; Cristiana Morganti con Moving with Pina; Katia Tubini e Lpp Project con Reset.

 Informazioni e approfondimenti sul sito www.estateteatraleveronese.it. I biglietti sono già in vendita al Box Office di via Pallone o sui siti www.boxofficelive.it e www.geticket.it.

 “Spettacoli di altissimo livello per una stagione davvero straordinaria – afferma l’assessore alla Cultura del Comune di Verona -. Il biglietto ridotto sarà una occasione davvero imperdibile sia per i giovani che per gli over 65, che potranno assistere a serate di grande qualità artistica ad una tariffa che è alla portata di tutti L’arte e la cultura devono essere accessibili, specialmente ai più giovani. Ecco perchè quest’anno, sia al Teatro Romano che al Chiostro di Sant’Eufemia, abbiamo puntato a riduzioni speciali e spettacoli in grado di coinvolgere le nuove generazioni, sia di artisti che di pubblico”.

 “Dal momento che per questa stagione le norme del distanziamento sociale non ci consentono di mettere in scena i grandi allestimenti shakespeariani – precisa il direttore artistico Carlo Mangolini -, abbiamo chiesto agli artisti invitati al festival di rivisitare alcuni testi a modo loro, offrendo inedite chiavi di lettura a titoli simbolo del teatro di tutti di tempi. La danza, invece, proporrà un programma di soli riunendo alcune artiste italiane capaci di raccontarsi sul palco per quello che sono, in una sorta di diario a cuore aperto offerto al pubblico”.

La rassegna è organizzata dal Comune di VeronaAssessorato alla Cultura, sotto la direzione artistica di Carlo Mangolini. E con il sostegno di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e Regione Veneto, la collaborazione di Arteven, il contributo di Cattolica Assicurazioni e Banco BPM, il patrocinio di ESU Verona.