Turno infrasettimanale di Serie D. Caldiero Terme vince. Ambrosiana pareggia. Sona Calcio Ko.


Il turno infrasettimanale di Serie D va in archivio con una vittoria, un pareggio e una sconfitta per le formazioni veronesi.

Nel girone B, continua il momento nero del Sona Calcio, battuto fra le mura amiche 2-3 dal Vis Nova Giussano e per i ragazzi di mister Tommasoni è il terzo ko di fila. Gli ospiti aprono le marcature con Niang, il Sona Calcio pareggia e ribalta il risultato con Marchesini e un rigore di Gerevini; il Vis Nova ristabilisce la parità con Dugnani e sigla il gol vittoria con Fall. 

Spostando l'attenzione alle altre partite, basta una rete al Seregno per espugnare il campo del Brusaporto  e mantenere salda la vetta; nei quartieri alti, brilla la Casatese che s'impone sul Breno e sale al secondo posto, scavalcando il Crema che impatta sul campo del Fanfulla; passo falso per il NibionnOggiono, che cade nella tana del Ponte San Pietro.

Nel girone C, il Caldiero Terme batte 3-2 la Luparense in una gara ricca di emozioni: i termali vanno in vantaggio con Manarin; subiscono il pareggio e il sorpasso dalla compagine padovana, ma riacciuffano il pareggio con Proch e ci pensa Peli a segnare il gol della vittoria. L'Ambrosiana pareggia con l'Este e non mancano i rimpianti: Rabbas illude i valpolicellesi con il gol del vantaggio; gli ospiti pareggiano al novantesimo e Tommaso Chiecchi mastica amaro. 

 Nelle altre partite, il Trento non va oltre il pareggio sul campo del Cjarlins Muzane e del mezzo passo falso della formazione di Carmine Parlato ne approfitta la Manzanese che cala il poker con l'Arzignano Val Chiampo e si riprende la testa della classifica; torna alla vittoria il Mestre, corsaro sul campo della Virtus Bolzano.