Un brutto ChievoVerona cade, al Bentegodi, nel derby con il Venezia.


Brutta battuta d’arresto del ChievoVerona che cade, al Bentegodi, nel derby con il Venezia. Marcolini decide di lanciare, fin dal primo minuto, come terzino sinistro, Renzetti (foto), arrivato dalla Cremonese nell’ultimo mercato, confermando i tre che avevano ben giocato con l’Empoli. Nessuna variazione nemmeno a centrocampo, con Segre, Obi ed Esposito mentre, alle spalle di Meggiorini e Djordjevic, rientra Vignato. Parte forte il Chievo anche se i lagunari si dimostrano pericolosi nelle ripartenze. Al decimo, lanciato da Dickmann, Meggiorini, al limite esterno dell’area, vedendo il portiere a metà strada fra la porta e il limite dell’area, cerca lo scavetto che si riduce in un passaggio innocuo all’estremo difensore. Sulla ripartenza è bravo Semper a respingere una girata in acrobazia di Aramu. Poco prima della mezzora pericolosa indecisione di Obi, al limite della propria area, ma fortunatamente Semper fa buona guardia. Passano due minuti e gli arancioneroverdi passano in vantaggio. Capello sfrutta un’indecisione della difesa e, su un traversone da sinistra, batte Semper. Cerca di reagire il Chievo e Meggiorini, su lancio di Vignato, impegna il portiere in una bella respinta sul suo pericoloso traversone. Proprio allo scadere del tempo Vignato calcia a lato, di poco, dopo un’azione iniziata da Renzetti e proseguita da Meggiorini. La ripresa si apre con l’ingresso in campo di Giaccherini per Esposito. Al sesto su punizione di Giaccherini c’è una mischia risolta dalla difesa. Passano solo pochi minuti e, su nuova punizione di Giaccherini, la palla arriva a Obi, tutto solo ma, il nigeriano svirgola clamorosamente da pochi passi. Al decimo, per rallentare una pericolosa ripartenza, è ammonito Leverbe. Subito dopo Marcolini richiama Vignato per Ceter. Al quarto d’ora segna, con una bella rovesciata, Djordjevic ma c’è il fuorigioco. Due minuti dopo giallo anche per Obi e, l’ex Toro, in diffida, salterà la trasferta di Pisa. Prima della mezzora due sfortunate conclusioni dei clivensi si stampano sulla traversa. Djordjevic la coglie di testa mentre Meggiorini centra l’incrocio dei pali su girata, servito da Obi. Alla mezzora ammonizione di Segre per proteste mentre, un minuto dopo, è Cesar a prendere il giallo per un intervento scomposto a centrocampo. Marcolini tenta il tutto per tutto buttando nella mischia anche il millenial Gubac, al debutto in Serie B. Quasi allo scadere bel traversone di Giaccherini ma, sul secondo palo, non arriva nessuno degli attaccanti. Dopo cinque minuti di recupero il triplice fischio di Camplone certifica la vittoria del Venezia che vendica la sconfitta casalinga nel girone d’andata. Ancora una brutta prestazione dei clivensi all’indomani di buone partite come il successo con il Perugia e lo stretto pareggio ad Empoli.