Virtus impatta con Arezzo. Legnago Salus cade a Trieste


Rallenta la Virtus. Dopo quattro vittorie consecutive, i rossoblù pareggiano 1-1 contro il fanalino di coda Arezzo. Nella prima frazione di gioco i ragazzi di Gigi Fresco appaiono meno brillanti del solito, mentre la compagine guidata da Stellone si fa preferire e va al riposo in vantaggio con la rete di Sbraga. Nella ripresa il copione cambia con l'Arezzo chiuso nella propria area a difendersi mentre la Virtus si spinge in avanti alla ricerca del pareggio: è un vero forcing che alla fine viene premiato con il gol di Arma. Il risultato non cambierà più e alla fine arriva un punto che per i toscani ha il sapore di una vittoria.   

Non riesce al Legnago Salus l'impresa di portar via punti al "Nereo Rocco" contro la blasonata Triestina. Gli alabardati guidati dall'ex Chievo Bepi Pillon (nella foto) calano il poker e per i biancazzurri di Massimo Bagatti è la seconda sconfitta consecutiva, dopo quella di mercoledì scorso subita nel derby contro la Virtus. La Triestina chiude sul 2-0 già il primo tempo grazie ad una doppietta di Petrella; nella ripresa lo show continua con un'altra doppietta, questa volta firmata da Gomez. Il Legnago Salus accusa il colpo e Lovisa segna il gol che alla fine rende meno pesante il passivo. 

Nelle altre partite, non si smentiscono le squadre di vertice: il Sudtirol batte in trasferta 2-1  il Gubbio e mantiene la vetta; vittorie anche per il Padova, che supera di misura 1-0 la Fermana e il Perugia, che cala il poker contro il Mantova. Finiscono in parità Matelica-Vis Pesaro e Ravenna-Modena mentre l'Imolese conferma il buon momento battendo in trasferta il Carpi.

Nel prossimo turno, la Virtus affronterà in trasferta la Vis Pesaro; sfida proibitiva per il Legnago Salus: al "Mario Sandrini" arriverà il Padova di mister Mandorlini.