Virtus, un punto e tanto rammarico. Legnago Salus, un ko che brucia


Una 15^giornata in Serie C a due facce per le nostre formazioni veronesi. Sorride a metà la Virtus, che pareggia 2-2 in trasferta con il Perugia: risultato che permette ai ragazzi di Gigi Fresco di allungare la striscia positiva, ma non mancano i rimpianti per due punti buttati via.

In terra umbra la Virtus Verona affronta senza timori i grifoni e chiude il primo tempo in vantaggio grazie alla rete di Marcandella al 40' e con il rammarico di aver fallito un rigore dopo 10' con Bentivoglio. Nella ripresa Delcarro sigla il raddoppio al 31' e i tre punti sembrano in cassaforte, ma il Perugia ha un sussulto d'orgoglio e in tre minuti, prima accorcia le distanze con Murano al 37' e poi pareggia con Melchiorri.

Altra giornata da cancellare per il Legnago Salus, che esce battuto dalla trasferta contro il Sudtirol che s'impone per 1-0. Nel primo tempo i biancazzurri soffrono il dinamismo degli avversari non per niente in testa alla classifica, ma tuttavia sfiorano il gol ed è la traversa che dice di no a Luppi. Nella ripresa il copione non cambia con la squadra di casa protesa in avanti e i biancazzurri a difendere con le unghie un pareggio che sarebbe un risultato di prestigio. Il muro del Legnago Salus crolla a nove minuti dalla fine: ci pensa Tait a segnare il gol vittoria per il Sudtirol e per mister Massimo Bagatti è un altro boccone amaro.

Nelle altre gare, vincono in trasferta Vis Pesaro, Modena, Cesena e Matelica che superano rispettivamente Imolese, Arezzo, Mantova e Sambenedettese; la Fermana batte il Ravenna mentre terminano in parità Alma Juventus Fano-Feralpisalò e Carpi-Gubbio; domani i fari saranno puntati sul posticipo Padova-Triestina.