Zaccagni e Pessina, entrano nella ripresa, ed è marcia trionfale.


Silvestri 5- Assoluto protagonista con il Sassuolo non ha una buona serata. Troppo tenero sulla prima segnatura mentre, sulla seconda, respinge in avanti, cosa che un portiere non deve mai fare, e favorisce il tap in di Gagliolo. Rrahmani 6- Si fa beffare da Kulusevski in occasione della prima rete, poi, però riesce a disturbarlo impedendogli il raddoppio. Sfortunato per l'ennesima traversa colpita. Gunter 6- Onesta partita, trasmette tranquillità a tutto il reparto. Dawidowicz 5,5- Rivede il campo dopo molti mesi e sembra un po’ arrugginito. Quando tenta qualche sortita, il piede è particolarmente marmoreo. (Empereur 6- Entra nel secondo tempo e anche super Kulusevski trova finalmente degli ostacoli.) Faraoni 6- Scontata la squalifica torna, anche se, nel primo tempo non è particolarmente coinvolto nel gioco, meglio nella ripresa. Amrabat 6- Le fatiche cominciano a farsi sentire e anche superman accusa delle battute a vuoto, comunque la sua parte la fa sempre. Veloso 6- Il portoghese fresco di prolungamento del contratto resta in campo tutta la gara e, soprattutto nella ripresa, comincia a dispensare saggezza. Dimarco 6- Debutto, dal primo minuto, per il giovane di scuola Inter. Non denota ansie anzi s’incarica di battere, con personalità, punizioni e angoli. Spinge con grande continuità ma non è preciso nei  cross. (Lazovic 6- Entra nella ripresa e, dimostra di intendersi al meglio con Zaccagni. Non travolgente come nelle ultime gare, anche lui comincia ad accusare gli sforzi ravvicinati.) Verre 6,5- Mezzo punto in più per la determinazione con la quale strappa il pallone a Karamoh e la freddezza con la quale scavalca Iacoponi servendo un assist d’oro a Pessina (Badu s.v- Dieci minuti per portare forze fresche in difesa della causa.) Borini 5,5- Buttato un po’ a sorpresa in campo denota che non è al meglio della forma, cerca di utilizzare l’esperienza ma l’atletismo degli avversari lo sovrasta.(Pessina 7- Mezzo punto in meno per l’ammonizione che gli farà saltare Brescia. E’ il match winner trasformando in goal il perfetto assist di Verre. Fa rimbalzare il pallone due volte e, con una calma olimpica, fulmina Sepe.) Di Carmine 6,5- Si conquista il rigore e lo trasforma con freddezza. Per un tempo lotta e corre come un ragazzino, non rientra nella ripresa.(Zaccagni 7,5- Entra nella ripresa e spacca la partita. Subito vivacissimo s’inventa un gran goal che, per la precisione, sembra un colpo di bigliardo in buca sul secondo palo. Il look biondo platino gli porta bene.)