Radio RCS

Radio RCS

L'Onda Veronese

L’Hellas affonda a Firenze nonostante un eroico Montipò

Montipò 8– Ancora una prova straordinaria per il ragazzo di Novara che sta rivelandosi come uno dei migliori portieri italiano. Para il possibile e… anche di più, come il rigore allo specialista Biraghi. Nulla può sulle due reti ma evita che finisca in goleada.  Hein 5-Primo tempo da incubo, Sottil lo irride in continuazione. Nella ripresa, anche per il calo del viola, riesce meglio nel controllo. Gunter 5,5- Con esperienza e mestiere cerca di contrastare prima Kouamè poi Cabral non sempre ci riesce ma è l’unico che sfiora la sufficienza.    Coppola 4- La peggior prestazione di Diego da quando veste la maglia gialloblù. Ikonè gioca con lui come il gatto con il topo, dopo essergli sfuggito in occasione del vantaggio viola lo costringe all’inutile e ingenuo fallo che porta al rigoe. Non rientra nella ripresa (Dawidowicz 5- Fa il suo per quasi l’intero tempo ma, all’ultimo minuto, si lascia sfuggire Gonzalez che chiude la gara.) Depaoli 5- Prestazione abbastanza lontana dalla sufficienza per l’ex Samp. Nel primo tempo non aiuta mai un Hien in chiara difficoltà. Nella ripresa poco propositivo anche in avanti. Tameze 5- È un vero peccato vedere l’involuzione negativa del giocatore simbolo della scorsa stagione. (Veloso 6,5 – Il professore dimostra che, se è in condizione, è indispensabile.) Ilic 5,5 – Dopo un primo tempo abbastanza anonimo cerca di recuperare qualche cosa nella ripresa ma non arriva alla sufficienza. Lazovic 5- Tornato nel suo ruolo tradizionale sembra aver perso un po’ le misure e le caratteristiche che lo esaltavano. Fatica a saltare l’uomo e quando ha l’occasione non centra mai bene il pallone. Hrustic 5- Debutto abbastanza anonimo per l’australiano. Gioca nella posizione che predilige ma non trova mai i tempi giusti. (Verdi (foto) 6,5- Debutta prima del tempo, anche se non ancora al meglio, mezzo punto in più per la stupenda e precisa imbucata per Kallon.) Lasagna 5,5- Siamo alle solite, impegno, velocità e dinamismo non mancano, purtroppo precisione e continuità latitano. (Kallon 6- Porta subito grande vivacità e mette in difficoltà i difensori. Credo però che Terracciano sia stato più bravo di lui nell’occasione creata dalla verticalizzazione di Verdi.) Henry 5,5 – Lotta con grande grinta anche se i compagni raramente lo cercano con dei cross adatti alle sue caratteristiche. Segna un inutile pareggio vista la posizione di fuorigioco (Djuric 6- Usa molto la sua stazza fisica, sfiora nel finale un pallone che poteva diventare letale su traversone di Veloso.)

Aggiungi un commento:

Questo sito web utilizza i cookie. 🍪
I cookie sono piccoli file di testo utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l’esperienza per l’utente. Chiudendo questo messaggio o continuando la navigazione ne accetti l’utilizzo (descritto nella nostra Cookie Policy).