ART Breaking NEWS

Bessa e Pazzini riportano l'Hellas al secondo posto


Nicolas 7- Nel primo tempo, senza fare cose straordinarie, tiene in piedi i gialloblù. Romulo 6,5- Parte, come a Novara, esterno basso, dimostrandosi ansioso e impreciso come tutti i suoi compagni. Nella ripresa cambia più volte posizione, non smettendo mai di correre, inizia, con grande testardaggine, l’azione che porta al raddoppio. Finisce con i crampi. Bianchetti 6- E’ la media fra il 5 del primo tempo e il 7 della ripresa. Non appena si tranquillizza, diventa insuperabile per gli avanti padovani. Caracciolo 6- Stesso discorso del gemello Bianchetti anche lui un buon secondo tempo. Souprayen 6- Il suo primo tempo è lo specchio dell’intera difesa. Lentamente si riprende nella ripresa poi, quando è costretto a uscire per una ferita alla testa, rientra bendato e diventa una delle frecce scaligere.  Bessa 7,5- Sblocca la partita e virtualmente la chiude. I tiri da fuori area stanno diventando un suo cavallo di battaglia, festeggia le 100 presenze in B con il suo record di marcature, che sono, attualmente, sei. Valoti s.v- Entra per permettere la standing ovation a Bessa. Bruno Zuculini 6,5- E’ il frangiflutti davanti alla difesa, a inizio ripresa, lanciato, da Bessa, ha l’opportunità di segnare il primo goal gialloblù ma non angola a sufficienza.  Fossati 7- Nella ripresa, per lunghi periodi sembra il giocatore d’inizio campionato, tocca mille palloni, imponendo tempi e misura a tutti i compagni.  Luppi 6- Inizia a destra e, serve l’assist a Bessa per il vantaggio, sul finire del tempo si sposta a sinistra, ma non sembra lo scatenato giocatore di Novara. Troianiello s.v.- Un quarto d’ora senza infamia e senza lode. Pazzini 7- In area riceve un solo pallone giocabile e lo butta in fondo al sacco. E… sono ventidue.  Fares 6- Conquista la sufficienza per il gran tiro, di destro, che non è il suo piede, sul finire del primo tempo con grande risposta del portiere. Talvolta impreciso e, soprattutto, insicuro sul da farsi. Ferrari 6- Entra, al decimo della ripresa, e diventa il padrone della fascia destra. Difende bene e ha anche qualche opportunità in avanti non sfruttate al meglio dai compagni.